Venerd́ 23 Aprile01:23:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Adesca bimba riminese di 10 anni, pedofilo finge di giocare con la Playstation on line

Cronaca Rimini | 10:09 - 03 Gennaio 2016 Adesca bimba riminese di 10 anni, pedofilo finge di giocare con la Playstation on line

E’ finito nei guai un 18enne pugliese e rischia grosso: sul suo capo l’accusa pesantissima di pedofilia. La sua vittima, come riporta la stampa locale, è infatti una bambina di 10 anni, residente nel riminese, con cui è venuto a contatto attraverso la Playstation, la consolle di giochi con la quale è possibile interagire con altri utenti in tutto il mondo per sfidarsi. I due si erano conosciuti e avevano iniziato a giocare, la piccola credeva di avere a che fare con un coetaneo, ma dopo un po’, secondo il racconto fornito dalla stessa, il giovane aveva iniziato a mandarle foto osè, scoperte per puro caso dalla madre. Quest’ultima ha immediatamente contattato la polizia postale che è riuscita a rintracciare il 18enne in Puglia, denunciato appunto per pedofilia. La bambina è stata ascoltata da uno psicologo che accerterà se è rimasta scossa dall’accaduto e soprattutto se ha subito ulteriori violenze.

< Articolo precedente Articolo successivo >