Venerd́ 30 Settembre19:25:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

VIDEO: nei guai costruttore riminese delle Befane e 105 Stadium, sequestrati 60 mln

Cronaca Rimini | 10:55 - 21 Dicembre 2015

Nei guai per bancarotta fraudolenta padre e due figli titolari di una nota azienda nel campo delle costruzioni a termine dell'operazione Rolling Bricks condotta dalla Guardia di Finanza di Rimini che lunedì mattina ha notificato sequestri preventivi per 60 milioni di euro nei confronti di 25 imprenditori nelle province di Rimini, Pesaro e Ravenna e una misura coercitiva nei confronti di uno degli indagati. 

L'indagine è partita in seguito al fallimento, nel 2013, della ditta che ha realizzato alcune opere di grosso interesse in provincia (fra le tante si citano gli stabilimenti Berloni siti in Pesaro, la sede della BNL di Pesaro, il 105 Stadium, il Centro Commerciale Le Befane di Rimini, il complesso immobiliare Le Torri sito in Pesaro, il Palazzo di Giustizia di Pesaro).

Prima della sentenza dichiarativa di fallimento, la società aveva avuto accesso alla procedura del concordato preventivo, poi revocato per inadempimento degli obblighi contratti col Tribunale di Rimini. Sequestrati in totale  53 immobili e 22 terreni, quote societarie, cessioni di crediti e fidejussioni e saldi attivi di c/c riconducibili agli indagati per un ammontare complessivo di oltre 60 milioni di euro.

Daniela Cornacchia

< Articolo precedente Articolo successivo >