Venerd́ 30 Luglio07:15:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Altri cinque processi per Lolli della Rimini Yacht: 'non torno in Italia, basta carcere'

Attualità Rimini | 16:22 - 16 Dicembre 2015 Altri cinque processi per Lolli della Rimini Yacht: 'non torno in Italia, basta carcere'

Altri cinque processi, per svariate truffe, a carico dell'imprenditore bolognese Giulio Lolli, che era a capo di Rimini Yacht, partiranno il 7 aprile prossimo davanti al Tribunale monocratico di Rimini. Giovedì mattina infatti il giudice ha respinto le eccezioni della difesa, l'avvocato Antonio Petroncini che rappresenta l'imprenditore bolognese latitante, e ha fissato l'udienza successiva. Le truffe per le quali Lolli è imputato, che vive ancora in Libia e che attraverso il suo sito internet www.giuliololli.it dice di lavorare nella manutenzione e nella guida di imbarcazioni per il Governo di Tripoli, sono relative alla vendita di alcuni yacht. Riprenderà invece il 27 gennaio davanti al Tribunale collegiale il processo a suo carico per associazione per delinquere ed estorsione. Lolli ha riferito tramite il suo avvocato di non avere alcuna intenzione di tornare in Italia per consegnarsi alla giustizia. In carcere - avrebbe detto - dopo la dura detenzione di 8 mesi nelle celle libiche - non tornerà più.

< Articolo precedente Articolo successivo >