Mercoledý 12 Agosto05:58:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione dà l'ok al primo parco con i giochi accessibili anche a bimbi disabili

Sociale Riccione | 13:50 - 14 Dicembre 2015 Riccione dà l'ok al primo parco con i giochi accessibili anche a bimbi disabili

La Giunta Comunale di Riccione ha approvato nell’ultima seduta il progetto esecutivo che, oltre al potenziamento del verde pubblico, prevede la realizzazione di un parco giochi inclusivo rivolto a tutti i bambini compresi quelli diversamente abili. Il progetto messo a punto dagli Uffici Ambiente e Lavori Pubblici e affidato a Geat per l’esecuzione dei lavori , prevede la realizzazione al parco della Resistenza di un’area giochi dove tutti i bambini possano giocare liberamente compresi gli ipovedenti e con disabilità motoria. In previsione entro l’estate il posizionamento di nuovi giochi con rampe al posto delle scale o di attrezzature girevoli sulle quali non sia precluso l’accesso a nessuno ed anche una mappa del parco con caratteri Braille. 

“ Sarà il primo parco della città con un’area inclusiva dove ogni bambino, anche con problemi di disabilità -  afferma l’assessore all’Ambiente Susanna Vicarelli - potrà giocare liberamente assieme agli altri in tutta sicurezza. Allo stesso tempo l’Amministrazione Comunale procederà alla valorizzazione del verde cittadino con interventi di sostituzione e miglioramento delle alberature. Un patrimonio che intendiamo seguire con attenzione, compatibilmente alle esigenze di bilancio,  per rendere il tessuto urbano cittadino sempre accogliente e vivibile a partire dallo stato di salute delle nostre alberature”.


Nel progetto esecutivo approvato dalla Giunta per un importo complessivo di 130.000 euro, è inserita inoltre la piantumazione straordinaria delle alberature in sostituzione di quelle deperite in alcune zone della città. Si tratta di interventi che rientrano in un generale monitoraggio delle aree verdi. Dall’ultimo censimento effettuato nel 2009 risultano 15.000 alberature stradali, tra le quali 3.500 pini e 2.300 platani. Gran parte di queste alberature hanno un’età tra i 50 e i 70 anni.


Nell’operazione di controllo e verifica del verde cittadino sottoposto a deperimento per motivi fisiologici quali fitopatie, aggressione di patogeni, intervento ai sottoservizi o abbattimenti per motivi di sicurezza, nell’immediato si è stabilito di intervenire in viale Diaz e in viale TrentoTrieste.

In viale Diaz, dopo attenta verifica complessiva delle alberature, verranno sostituiti 14 alberi, in prevalenza platani, con altrettanti aceri che presentano dimensioni per fusto e chioma più ridotte. La scelta è ricaduta in una tipologia di piante più idonea agli spazi in cui verrà collocata tenendo conto delle distanze delle abitazioni, degli spazi disponibili e della presenza di sottoservizi. Anche in viale Trento Trieste verranno piantumati una decina di nuovi alberi in sostituzione di alcuni esemplari recentemente rimossi. Saranno frassini sulla scia di un primo intervento di sostituzione avviato precedentemente. 


Terza e ultima fase del progetto la sostituzione dei cartelli informativi e delle plance nei parchi pubblici cittadini con una precisa indicazione delle regole comportamentali e dei cambiamenti normativi nella conduzione degli animali d’affezione.