Sabato 31 Luglio22:08:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Caso Guerrina, processo a Padre Graziano a luci rosse tra tatuaggi intimi e niente slip

Attualità Novafeltria | 12:27 - 12 Dicembre 2015 Caso Guerrina, processo a Padre Graziano a luci rosse tra tatuaggi intimi e niente slip

Arrivano dettagli "boccacceschi" sul processo che vede alla sbarra Padre Graziano, il religioso congolese coinvolto nella scomparsa di Guerrina Piscaglia da Ca Raffaello. Come riporta il Corriere d'Arezzo, l'uomo avrebbe sull'inguine un tatuaggio, risalente alla gioventù: le donne dell'Est che hanno detto di avere rapporti sessuali con lui dovranno specificare che tipo di disegno. Potrebbe essere un dettaglio significativo per verificarne l'attendibilità, in particolar modo di Cristina, la ragazza che ha lamentato di essere stata minacciata con queste parole: "Ti faccio fare la fine di Guerrina". Meno rilevante invece l'altro particolare riportato dalla stampa, quello dell'antipatia di Padre Graziano per le mutande, che il religioso non porterebbe.  Tralasciando il gossip processuale, martedì 15 dicembre arriverà la decisione sui domiciliari presso il convento religioso: i legali li hanno richiesti senza il braccialetto elettronico, visto che in quel luogo il braccialetto non riesce a connettersi al gps.

< Articolo precedente Articolo successivo >