Luned́ 26 Luglio03:08:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione, Cna chiede al Sindaco incentivi fiscali e servizi in sinergia con altri comuni

Attualità Riccione | 15:44 - 10 Dicembre 2015 Riccione, Cna chiede al Sindaco incentivi fiscali e servizi in sinergia con altri comuni

Incentivi fiscali e urbanistici per favorire la ripresa del settore delle costruzioni, riqualificazione del territorio in un’ottica ecosostenibile che guardi alla bioedilizia, difesa dell’arenile e nuove forme di associazionismo tra comuni limitrofi per la messa in campo di servizi in sinergia. Sono queste le principali richieste rivolte all’Amministrazione Comunale di Riccione da Cna e alle quali il sindaco Tosi e la Giunta hanno dato risposta in occasione dell’incontro svoltosi mercoledì sera. 


Come anticipato durante l’incontro, se nel bilancio 2016 la tassazione rimarrà invariata e in particolare il comune di Riccione è l’unico in provincia che esonera le superfici in cui si producono in prevalenza rifiuti speciali e che vengono smaltiti privatamente con i relativi costi, nella bozza della variante al Rue sono previsti incentivi urbanistici precisi. Alla base del nuovo regolamento urbanistico edilizio c’è l’abbandono del consumo del territorio per lasciare spazio alla riqualificazione energetica e strutturale della città.


Un traguardo che prevede anche il coinvolgimento degli istituti bancari con i quali l’Amministrazione conta di giungere alla definizione di un protocollo d’intesa per individuare un plafond destinato alla riqualificazione urbana. Se per gli alberghi che vorranno ristrutturarsi è previsto un aumento di superficie del 20% destinato ad appartamenti turistici, per quanto riguarda i capannoni artigianali sono previsti i cambi di destinazione d’uso pari al 50% della superficie utile.

Una misura che va incontro al mercato, ormai saturo di spazi artigianali invenduti o non utilizzati. Una possibilità, quella del cambio di destinazione d’uso,  contenuta per viale Ceccarini in zona pedonale per evitare la fuoriuscita degli esercizi commerciali.

Mentre per le attività economiche con esigenze di maggiori spazi, in vista di incrementi in termini di fatturato e assunzioni, ci sarà la possibilità di andare in deroga per rispondere così in modo chiaro a precise necessità di sviluppo.


Per quanto riguarda la sollecitazione arrivata da Cna sull’attivazione di maggiori sinergie ed integrazioni di servizi con i comuni vicini, la Giunta ha fatto sapere che dopo la gestione in forma associata della Polizia Municipale, per la quale è in imminente uscita il bando per l’individuazione del nuovo Comandante, è in programma un ufficio unico del Demanio con alcuni comuni della costa. Una voce unica nei confronti del demanio regionale così da snellire burocrazia e sovrapposizioni di più uffici. 


Nella lotta all’erosione, in previsione dell’avvio a breve della sperimentazione con il reef ball, nel nuovo anno si procederà al ripristino dei sacchi nei tratti di barriere soffolte più danneggiate e all’azione di ripascimento attraverso finanziamenti regionali. 


L’incontro con Cna, svoltosi in un clima di reciproca collaborazione, rientra nel percorso di condivisione e confronto con le associazioni e i comitati cittadini.

< Articolo precedente Articolo successivo >