Mercoledė 21 Aprile18:20:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

11 dicembre, a Cattolica si ride con i comici Ale e Franz sui vizi e le virtù dell'uomo

Spettacoli Cattolica | 15:06 - 09 Dicembre 2015 11 dicembre, a Cattolica si ride con i comici Ale e Franz sui vizi e le virtù dell'uomo

Ale e Franz, al secolo Alessandro Besentini e Francesco Villa, sono una delle coppie comiche più celebri d'Italia. Noti grazie a Mai dire Gol e Zelig, si caratterizzano per un’ironia sempre in bilico tra surreale e stralunato, non disdegnando anche qualche nota amara. Seduti su una panchina, analizzano i rapporti umani e invitano il pubblico a ridere delle manie, delle frustrazioni e delle piccole ossessioni che fanno parte della vita quotidiana.

Ed è proprio alle relazioni tra gli uomini che Ale e Franz si ispirano nel nuovo irresistibile spettacolo Tanti Lati – Latitanti, diretto da Alberto Ferrari, in scena al Teatro della Regina di Cattolica venerdì 11 dicembre alle ore 21. Ciascun individuo è immerso in una rete di relazioni che lo spingono a mettere in scena di volta in volta un lato diverso di sé e ad apparire, a seconda dell’interlocutore, saggi, avventati, insicuri, o semplicemente strambi. Se si riuscisse a ricomporre tutti questi lati, ognuno dei quali rappresenta una porzione della personalità di un uomo, sarebbe molto più semplice riuscire a comprendere fino in fondo le persone. 

Da questo innumerevole numero di sfaccettature nascono gli infiniti aspetti dell'animo umano, inesauribile fonte di materiale sul quale al contempo ridere e riflettere. Ale e Franz, con le loro interazioni fatte di incomprensioni e nonsense, offrono al pubblico i ritratti di tanti uomini complessi, ognuno dei quali visto da una diversa angolatura, ognuno scomponibile e ricomponibile a seconda della situazione. Da questa caleidoscopica molteplicità estraggono tutti i tic, le ingenuità, i complessi, i vizi e le virtù per far comprendere come ognuno sia, in fondo, unico, irripetibile e inevitabilmente umano.

Il prossimo appuntamento della stagione, sabato 16 gennaio, vedrà Paolo Cevoli portare in scena un distratto e balbuziente garzone di Michelangelo Buonarroti, in “Perché non parli”.

< Articolo precedente Articolo successivo >