Luned́ 16 Settembre01:42:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rsa Novafeltria, il Vice sindaco rassicura: i lavori partono entro dicembre 2015

Sanità Novafeltria | 12:49 - 21 Novembre 2015 Rsa Novafeltria, il Vice sindaco rassicura: i lavori partono entro dicembre 2015

Il Vicesindaco di Novafeltria Ivana Baldinini interviene sullo stato del cantiere della Rsa. I lavori per la struttura di ricovero di anziani non autosufficienti inizieranno a breve, entro il mese di dicembre. L'obiettivo è completare la struttura in modo da poter accogliere 28 ospiti: in seguito la Rsa verrà ultimata con il secondo stralcio dei lavori. Gli interventi sono partiti con ritardo, spiega la Baldinini, a seguito delle dimissioni del presidente Errani, ma il suo successore Bonaccini porterà avanti l'impegno di completamento della struttura. 


Nota del Vicesindaco Baldinini

“La lettura a senso unico della rassegna stampa impedisce di avere risposte prima ancora di fare domande. Il 24 ottobre scorso la sottoscritta aveva dato informazioni circa l’inizio dei lavori della RSA. La Regione ha approvato la delibera dell’intervento previsto dall’ASL per 3,2 milioni di euro, sul fondo sociale. Nel piano degli investimento dell’ASL l’intervento è previsto da mesi e il parere del tavolo tecnico regionale ha terminato il suo iter con relativo parere favorevole.

Ora, ricordare sempre la lettera dell’Assessore Lusenti e i tempi dettati da quell’impegno, serve solo a falsare la realtà. Sappiamo bene che le dimissioni del Presidente Errani hanno fatto slittare i tempi di inizio dei lavori, ma la sostanza dei fatti, la volontà di terminare questa opera non è mai venuta a meno. La conferma del governatore Bonaccini, dell’Assessore regionale alla Sanità Venturi e del Direttore Generale dell’ASL Tonini nel maggio scorso sono la prova dell’impegno assunto sul quale attendiamo solo l’inizio dei lavori previsti entro il prossimo mese di dicembre, partendo dalla sistemazione esterna per continuare col primo stralcio previsto, che ospiterà 28 anziani non autosufficienti.

Le preoccupazioni per gli attuali 19 ospiti della struttura di Talamello e per le loro famiglie sono  assolutamente strumentali e tendono a creare un allarmismo ingiustificato, dettato dal periodo pre elettorale.”