Martedý 21 Gennaio21:04:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gabicce e Cattolica insieme per la giornata della diversabilità, coinvolti 468 bambini

Sociale Cattolica | 17:41 - 14 Novembre 2015 Gabicce e Cattolica insieme per la giornata della diversabilità, coinvolti 468 bambini

Questione di accento, questione di un piccolo segno grafico che, se spostato di

qualche lettera può fare la differenza. Forse in realtà la differenza è soggettiva, ognuno

di noi in base alla propria esperienza personale, alle inclinazioni, al carattere o al fatto

di aver trovato o meno parcheggio facilmente decide dove porre l'accento su questa

parola. Lo spunto per trattare l'argomento della giornata della diversabilità di

quest'anno nasce da un gioco di parole, prendendo spunto dal celebre titolo di un film

di Almodovar, nulla a che vedere con il contenuto della pellicola però. Legami

dunque, legami come quelli che uniscono le persone, che uniscono come nodi

necessità e bisogni, intrecciando sentimenti e pensieri”. Così Valerio De Nicolò ha

spiegato il senso di “Legami”, il tema che caratterizzerà quest’anno la IV edizione

della “Giornata della Diversabilità” la cui conferenza stampa si è svolta stamattina in Comune a Cattolica. Erano presenti i sindaci di Cattolica Piero Cecchini e di Gabicce Mare Domenico Pascuzzi, l'assessore alla Pubblica Istruzione di Cattolica Anna Sanchi; il presidente della BCC di Gradara, main sponsor dell'iniziativa; Emanuele "Meme" Pagnini, presidente di Puravida; il presidente e il direttore di Rimbalzi fuori Campo Terenzio Bernardi e Angelo Furiassi;, l'ideatore della grafica e del logo della edizione di quest'anno "Legami", Valerio De Nicolò, e Adriana Macaluso, presidente della giuria del premio multimediale.

All'inizio dei lavori il sindaco di Cattolica ha chiesto un minuto di silenzio per le vittime degli attentati consumatisi la notte scorsa a Parigi: "Questi fenomeni stanno prendendo una deriva drammatica; tutti i popoli devono restare uniti e tutte forze politiche compattarsi di fronte a questi fenomeni sconvolgenti". Cecchini ha poi sottolineato come la manifestazione coinvolga sempre di più il territorio non solo cattolichino ma anche dei comuni vicini. Ha ricordato le figura di Giorgio Gabellini, cui è dedicato il premio etico e sottolineato che "noi tutti siamo diversi, e 'diversabili', in giornate come questa dobbiamo trovare il modo affinché persone diverse possano dialogare, per allontanare queste barbarie".



Il sindaco Pascuzzi ha a sua volta evidenziato la necessità di creare percorsi culturali e

formativi per difendere la libertà, "e per fare questo lavorare nelle scuole, come sta

facendo Rimbalzi Fuori Campo, è un valore aggiunto. Naturalmente il plauso va

anche alla sensibilizzazione che si fa per rendere più semplice la vita delle persone

disabili".

Il presidente di Rimbalzi Fuori Campo ha ripercorso la storia dell'associazione, dai

tempi del Circolo Tennis Cerri, nata perché "i temi della legalità e della 'diversabilità'

devono essere, a nostro parere, sempre più approfonditi".

Concetto ribadito anche da "Meme" Pagnini: "Tante persone per bene e sensibili ci

sono. Cerchiamo di aumentarne il numero con iniziative come questa. Al mattino di

sabato, in teatro, ci saranno Gianfranco Onorato, sardo, che a diciotto anni ha perso

un braccio, e che ora è un apprezzato mental coach; ci sarà anche Alessandro Valerio,

tetraplegico, sciatore, ingegnere aerospaziale, che ha disegnato strumenti per pilotare

aerei anche da tetraplegico; lui e altre tre persone tetraplegiche lo stanno utilizzando

per pilotare aerei acrobatici e hanno creato una pattuglia acrobatica che hanno

simpaticamente chiamato Baroni Rotti".

Adriana Macaluso ha illustrato i numeri dell'iniziativa: 23 classi (contro le 21

dell'anno scorso); 468 bambini; 18 elaborati (testi con vari tagli sulla disabilità) perché

alcune classi hanno lavorato accorpandosi. "Tutti elaborati molto belli, ma cinque,

come da regolamento, sono stati premiati con premi per la scuola da 500 a 100 euro,

offerti dalla Bcc di Gradara".

La giornata del 20 novembre si concluderà al Teatro della Regina con uno spettacolo al quale parteciperanno il gruppo musicale dei Ladri di Carrozzelle, costituitosi proprio a Cattolica circa venticinque anni fa; il giornalista, regista e scrittore

bolognese Giorgio Comaschi e il fisarmonicista di fama internazionale, non vedente,

Massimo Tagliata. All’ingresso un piccolo omaggio, un “libretto” dell’iniziativa

realizzato dall’associazione culturale “Cubia”, media partner dell’iniziativa. Nel corso

della serata verranno premiati i vincitori del concorso multidisciplinare “Banca di

Credito Cooperativo di Gradara” per le classi quarte delle scuole primarie dei Comuni

di Cattolica, Gradara, Gabicce Mare, Misano Adriatico e San Giovanni in Marignano,

così come i vincitori del “Premio Etico Giorgio Gabellini” istituito dall'associazione e

dalla famiglia Gabellini per individuare gli alunni delle quinte classi delle scuole

primarie del territorio che più si sono distinti con la loro condotta, dimostrando

rispetto delle regole, senso di responsabilità, solidarietà ed altruismo rivolto in special

modo a coloro che vivono situazioni di difficoltà, per sottolineare e dare forza a

comportamenti che possono essere esempio di crescita per tutti. Il mattino del 20 novembre, invece, l’incontro con le scuole, con “Meme” Pagnini e i suoi ospiti, Onorato e Valerio, nel corso del quale verranno presentati i lavori finalisti.