Marted́ 15 Ottobre07:05:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Amarcord restaurato arriva al Supercinema di Santarcangelo

Cultura Santarcangelo di Romagna | 11:18 - 15 Ottobre 2015 Amarcord restaurato arriva al Supercinema di Santarcangelo

Dopo l’anteprima nazionale a Rimini (avvenuta lo scorso 8 settembre), un altro pezzo di Romagna omaggia Amarcord, il capolavoro di Federico Fellini uscito a metà settembre nelle sale cinematografiche a 40 anni dall’Oscar come miglior film straniero. Lunedì 19 ottobre (ore 21) la versione restaurata dalla Cineteca di Bologna sarà proiettata sullo schermo del Supercinema di Santarcangelo, la località che ha dato i natali all’altro grande autore romagnolo che ha reso possibile l’invenzione della celebre pellicola, Tonino Guerra, che insieme a Federico Fellini firmò la sceneggiatura di Amarcord. “Con Amarcord mi pare che Federico e io siamo riusciti a regalare l’infanzia al mondo” aveva dichiarato in un’occasione il poeta e sceneggiatore santarcangiolese, che con Fellini lavorò anche per i successivi film E la nave va e Ginger e Fred.

Nella versione restaurata di Amarcord le vicende del film e i suoi personaggi (Titta, la Gradisca, lo Zio Matto, la Volpina…) rivivono nella bellezza originaria delle scene e dei costumi di Danilo Donati e con la luce e i colori originali di Giuseppe Rotunno, che ha verificato personalmente la qualità del restauro. La proiezione è preceduta da un montaggio di provini, tagli e doppi dal set, ritrovati negli archivi della Cristaldi Film e della Cineteca di Bologna, realizzato da Giuseppe Tornatore.

L’omaggio a Federico Fellini e a Tonino Guerra segna inoltre l’inizio della collaborazione tra l’associazione Dogville, che gestisce il Supercinema, e la Cineteca di Bologna, che attraverso la sezione Il Cinema Ritrovato offre la possibilità di rivedere sul grande schermo alcuni grandi classici restaurati.

Dopo Amarcord, quindi, sugli schermi del Supercinema di Santarcangelo arriveranno nelle prossime settimane I pugni in tasca, il capolavoro che nel 1965 segnò l’avvio della carriera cinematografica di Marco Bellocchio (di cui al Supercinema è da poco passato l’ultimo lavoro, Sangue del mio sangue); Salò o le 120 giornate di Sodoma, ultimo film di Pier Paolo Pasolini, di cui il 2 novembre prossimo ricorreranno i 40 anni dalla morte; Il terzo uomo, il film di Carol Reed, un classico del noir uscito nel 1949, tratto da una storia dello scrittore americano Graham Green e interpretato da Orson Welles, insieme ad Alida Valli, Joseph Cotton e Trevor Howard. Solo un assaggio di una programmazione che continuerà poi con altri titoli de Il Cinema Ritrovato, anche nel 2016.

Tutte le proiezioni avranno inizio alle ore 21.