Mercoledì 13 Novembre17:33:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Marcello Fabbri, dall'istituto di Marebello a un ruolo da protagonista all'expo' a Milano

Attualità Rimini | 13:13 - 03 Settembre 2015 Marcello Fabbri, dall'istituto di Marebello a un ruolo da protagonista all'expo' a Milano

“E’ con piacere che ho appreso che fino a domenica, all’Expò di Milano, il cuoco ufficiale nel padiglione Tedesco per la regione della Turingia sarà il riminese Marcello Fabbri – ha commentato la notizia il Sindaco Andrea Gnassi. 

A queste sorprese dovremmo ormai esserci abituati, ma non è così e continuiamo a stupirci come tanti nostri concittadini continuino a farsi apprezzare e conoscere nel mondo senza rinunciare a un briciolo della loro riminesità, anzi facendone un elemento di distinzione. Perché Marcello Fabbri, che ha cominciato la propria carriera di cuoco all’Istituto per il Turismo di Marebello, nel padiglione Tedesco per la regione Turingia, non presenterà piatti tipici tedeschi ma userà i prodotti regionali interpretandoli alla sua maniera. Marcello è un esponente della grande scuola di cucina riminese. Verrebbe da dire che Rimini e i riminesi non finiscono mai di stupire, ma solo per chi non conosce la profondità della nostra anima e passione con cui facciamo le cose e soprattutto le raccontiamo. Una nuova, bella conferma delle tante eccellenze che diventano ambasciatori nel mondo delle nostre vocazioni e potenzialità. Il cibo, la cultura, la capacità di accogliere".



Marcello Fabbri prima di approdare in Germania agli inizi degli anni ’90,  ha cominciato la sua carriera apprendendo i segreti degli chef del nostro territorio al Caffè delle Rose da Silver Succi e Gino Angelini (Sigismondo d’Oro 2011), con Vincenzo Camerucci al Des Alps di Madonna di Campiglio per tornare allo storico Embassy di Rimini per poi andare con Luigi Sartini (Righi San Marino) da Gualtiero Marchesi a Milano. In Germania, a Monaco, è arrivato nel 91 e poi a Weimar dal 1993 per lavorare come chef di cucina all´Hotel Elephant e arrivare, dopo anni di lavoro e ricerca, nel 2003 alla Stella della Michelin “che fino adesso ci teniamo” dice con orgoglio. “Adesso mi preparo a questa avventura all´Expo di Milano – prosegue - orgogliosissimo di essere Romagnolo e di rappresentare una regione ed una Nazione che mi hanno dato tante soddisfazioni".