Venerd 22 Febbraio00:26:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Quasi 100 istituzioni regionali al Wiki Loves Monuments, anche Rimini, Montefiore e Mondaino

Cultura Emilia Romagna | 12:06 - 27 Agosto 2015 Quasi 100 istituzioni regionali al Wiki Loves Monuments, anche  Rimini, Montefiore e Mondaino

Può essere una chiesetta medioevale, una piazza rinascimentale oppure un castello ricco di storia: sono ben 662, un numero record rispetto alle scorse edizioni, i monumenti e i siti d’arte che l’Emilia Romagna ha messo in lizza quest’anno al concorso internazionale Wiki Loves Monuments. Anche nell’edizione 2015 si conferma dunque la partecipazione massiccia dell’Emilia Romagna al concorso fotografico internazionale, promosso da Wikipedia e che coinvolge oltre 40 paesi dai cinque continenti. Obiettivo del concorso: valorizzare attraverso internet i patrimoni artistico - culturali locali che appartengono all’umanità.

Completato l’elenco dei monumenti in gara, adesso parte il concorso vero e proprio. Dal 1° al 30 settembre, chiunque potrà “postare”, cioè pubblicare, il proprio luogo del cuore, scegliendo fra quelli in lizza sul sito del concorso che fa capo a Wikipedia (attualmente il 5° sito al mondo per accessi). Non è necessario che si tratti di una foto scattata di recente: si potrà anche inviare uno scatto del passato. L’importante è che il soggetto sia fra quelli nell’elenco. Una giuria di qualità istituita da Wikipedia Italia di esperti giudicherà poi le fotografie più belle e assegnerà riconoscimenti agli autori delle foto.

Per quanto riguarda l’Emilia Romagna quest’anno si è registrato un incremento di partecipazione da parte degli enti pubblici con l’adesione di ben 97 istituzioni regionali tra comuni (60), città metropolitane (1), Province (3), Fondazioni (5), parrocchie e Diocesi (14). Esprime soddisfazione Graziano Prantoni, Presidente dell’Unione di Prodotto Città d’Arte, Cultura e Affari dell’Emilia Romagna: «L’ottima risposta al più grande concorso fotografico digitale al mondo consente di estrapolare dati e informazioni su quali siano i patrimoni locali più apprezzati dagli utenti, che prima di tutto sono turisti, già acquisiti o potenziali, offrendo altresì preziosi suggerimenti in termini di promo-commercializzazione».  La lista completa dei 662 monumenti e siti d’arte “liberati” cioè resi fotografabili per la partecipazione al contest è qui .