Marted 13 Aprile12:28:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimozione e smaltimento amianto, 21.600 euro a bando per i cittadini di Riccione

Ambiente Riccione | 13:53 - 10 Agosto 2015 Rimozione e smaltimento amianto, 21.600 euro a bando per i cittadini di Riccione

Partito a Riccione  il bando per l’erogazione di contributi economici a fondo perduto per incentivare la raccolta e lo smaltimento di materiali contenenti amianto. Il fondo che il Comune mette a disposizione è di 21.600 euro. Il contributo prevede una copertura del 50% della spesa effettivamente sostenuta sino ad un massimo di  1000 euro per ogni intervento a partire dal primo gennaio 2015.



“ Il bando vuole essere una prima opportunità data ai privati - ha affermato l’assessore all’Ambiente Susanna Vicarelli - di adoperarsi per smaltire e rimuovere in modo corretto il cemento amianto. Incentivando la rimozione anche di piccole tettoie danneggiate e disincentivando gli abbandoni, oggi purtroppo ancora frequenti. Comportamenti virtuosi che si inseriscono nell’ottica di una corretta convivenza civile”.    

Negli ultimi due anni i privati hanno effettuato una ventina di interventi di bonifiche da amianto, si tratta principalmente cappe, vasche o parti di immobili.  

Il bando, è rivolto ai privati che rimuovono e smaltiscono manufatti contenenti amianto quali lastre, pannelli piani o ondulati, utilizzati perla copertura di edificio o come pareti, tubi per acquedotti o fognature, tegole, canne fumarie e di esalazione, serbatoi per contenere acqua o elementi contenenti amianto utilizzati in ambito domestico ( forni, stufe, pannelli di protezione caloriferi o condominiale, fioriere, etc). 



Il contributo non è cumulabile con altre agevolazioni pertanto il beneficiario non potrà ricevere per lo stesso tipo di intervento altri tipi di finanziamento. E’ cumulabile invece con gli incentivi erogati dal Gestore Servizi Elettrici nazionale ( GSE) per l’installazione di impianti fotovoltaici con la sostituzione di coperture di fabbricati realizzate con materiali edilizi contenenti amianto, nonché le detrazioni fiscali riguardanti la ristrutturazione edilizia ed il miglioramento energetico dei fabbricati.  Per ottenere il contributo il proprietario del manufatto dovrà rivolgersi ad una ditta specializzata.

< Articolo precedente Articolo successivo >