Marted́ 09 Marzo11:29:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Aumentano le segnalazioni per sospetti di riciclaggio: 131 casi a Rimini nel 2014

Attualità Rimini | 12:41 - 17 Luglio 2015 Aumentano le segnalazioni per sospetti di riciclaggio: 131 casi a Rimini nel 2014

Nel 2014 sei province dell'Emilia-Romagna sono tra le prime 50 province italiane per maggior numero di segnalazioni di operazioni sospette di riciclaggio in rapporto alla popolazione residente. In particolare la provincia di Forlì-Cesena (17/a posizione) registra 139 segnalazioni ogni 100mila abitanti (+42,6%), seguita da Rimini (25/a) con 131 casi segnalati e poi da Ravenna (40/a) con 112 segnalazioni e un aumento del 34,7% in rapporto al 2013. Questo è quanto emerge dall'analisi elaborata dall'Osservatorio regionale dei bancari della Cisl sui dati dell'Uif (Ufficio Informazione Finanziaria di Banca d'Italia) e dell'Istat e presentata ai quadri sindacali della categoria a Bologna nella sede della Cisl regionale. "Dati - ha commentato Marco Amadori, segretario generale dei bancari (First) della Cisl Emilia-Romagna -  che confermano pienamente quanto emerso sia dall'indagine 'Aemilia', di cui si aprirà a breve la fase processuale, sia dal recente rapporto sulle mafie redatto da Libera in collaborazione con la Regione. Mafie che tentano di riciclare i proventi illeciti nelle economie sane e più promettenti del Paese, spesso sostituendosi al canale bancario nei finanziamenti all'impresa e causando così un grave scompenso nel tessuto economico e sociale che, non di rado, sfocia nella piaga del lavoro nero o irregolare".

< Articolo precedente Articolo successivo >