Venerd́ 05 Marzo20:38:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, inchiesta Aeradria: interrogati ex sindaco ed ex presidente provincia

Attualità Rimini | 16:34 - 13 Luglio 2015 Rimini, inchiesta Aeradria: interrogati ex sindaco ed ex presidente provincia

Ferdinando Fabbri e Alberto Ravaioli, rispettivamente ex presidente della provincia ed ex sindaco di Rimini, sono stati sentiti lunedì mattina in Procura, dopo la chiusura dell'indagine del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza sull'aeroporto di Rimini. La Gdf ha contestato ad amministratori pubblici e vertici societari reati, per gli anni 2005 al 2013, che vanno dall'associazione per delinquere finalizzata a falsare i bilanci di Aeradria, la società che ha gestito lo scalo "Federico Fellini" di Miramare fino al tracollo nel novembre di 2 anni fa, ai reati fallimentari, dall'abuso d'ufficio alla truffa aggravata per ottenere erogazioni pubbliche. Fabbri, difeso dall'avvocato Maurizio Morri, e Ravaioli, difeso dall'avvocato Maurizio Ghinelli, hanno rilasciato spontanee dichiarazioni in forma scritta.
"In questo momento non rilascio dichiarazioni se non quelle consegnate al magistrato", ha detto Fabbri che "si dice sereno e confida nel lavoro della magistratura".
Ravaioli nella sua difesa scritta e confermata davanti al sostituto procuratore Luca Bertuzzi, ha fortemente contestato il reato di associazione per delinquere, sostenendo che gli incontri per l'aeroporto a cui ha partecipato "erano incontri istituzionali, trasparenti e pubblici". Inoltre la difesa dell'ex sindaco ha puntualizzato che essendo decaduto dal 30 maggio 2011 per elezioni, l'accusa di falso per il Bilancio 2010 dell'aeroporto, votato poi dall'assemblea il 16 settembre, non può essere contestata a Ravaioli perchè non c'era più. "Così come è impensabile - ha detto l'avvocato Ghinelli - pensare che da un'associazione a delinquere si entri e poi si esca a fine mandato politico".
Memorie difensive sono state presentate in Procura la scorsa settimana anche dal sindaco Andrea Gnassi, difeso dall'avvocato Nicola Mazzacuva, da Lorenzo Cagnoni, presidente della Fiera e Manlio Maggioli presidente di Camera di Commercio. Alcuni dei consiglieri di Aeradria, come il sammarinese Giovanni Conti sono stati sentiti direttamente dalla polizia tributaria della Gdf.
Le audizioni, dopo la conclusione indagine dello scorso maggio, continueranno domani e dopodomani con altri consiglieri dell'ex società dell'aeroporto. Sempre dalla Gdf la gi avvenuta audizione dell'ex sindaco di Riccione Massimo Pironi. In totale l'avviso di conclusione indagine dello scorso maggio ha riguardato 34 indagati.
L'inchiesta Gdf per ha posto al centro dell'intero sistema solo 9 persone, indagate per associazione per delinquere, ossia Fabbri e Stefano Vitali, ex presidenti della provincia (Vitali l'unico al momento a non aver presentato una memoria difensiva nè spontanee dichiarazioni), Ravaioli, Gnassi, Maggioli, Cagnoni, Massimo Masini, presidente cda Aeradria, Massimo Vannuci, vice presidente, Alessandro Giorgetti, presidente di Air, società controllata da Aeradria. 

< Articolo precedente Articolo successivo >