Domenica 07 Marzo01:03:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rapina armata alla Carim di Riccione, malviventi traditi dalle impronte digitali

Cronaca Riccione | 13:03 - 11 Luglio 2015 Rapina armata alla Carim di Riccione, malviventi traditi dalle impronte digitali

I Carabinieri di Riccione hanno individuato e arrestato i due rapinatori che colpirono il 15 dicembre scorso nella filiale della Carim del quartiere San Lorenzo di Riccione. Si tratta di un 37enne e di un 30enne di Siracusa, entrambi pregiudicati. I due agirono armati di taglierino e fuggirono a piedi con un bottino di circa 10.000 euro. A incastrarli le impronte digitali lasciate sul luogo della rapina dal più anziano dei due, visto che dalle immagini del circuito di videosorveglianza non era stato possibile riconoscere gli autori del blitz criminoso. I rilievi dei Ris di Parma hanno dato conferma alle risultanze investigative, permettendo ai Carabinieri di risalire anche al 30enne, la cui responsabilità è stata appurata poi confrontando il suo volto con quello ritratto dai filmati delle telecamere. L'arresto dei due rapinatori è stato eseguito sabato mattina a Siracusa. 

< Articolo precedente Articolo successivo >