Domenica 28 Febbraio05:48:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La grande danza in centro a Rimini, 2500 ballerini da tutto il mondo e una mostra fotografica

Eventi Rimini | 13:12 - 09 Luglio 2015 La grande danza in centro a Rimini, 2500 ballerini da tutto il mondo e una mostra fotografica

Per il secondo anno consecutivo Arco in Danza alza il sipario a Castel Sismondo Estate, scegliendo come scenografia della 14ᵃ edizione la Corte del Soccorso.


Dal 13 al 21 luglio 2015 gli spettacoli accenderanno nove serate riminesi con le esibizioni di 2.500 ballerini provenienti da 45 scuole sparse tra Emilia Romagna, Marche e Repubblica di San Marino.  Saranno rappresentati diversi generi di danza: dal balletto classico al contemporaneo, e poi danze folk romagnole e peruviane, capoeira, flamenco, lindy hop, tango argentino, orientale e tribale.


Ciascun genere sarà interpretato anche da personalità del settore come i maestri Oscar Benavidez e Laura Francia per il tango argentino o la Compañía de Danza Flamenca Alma Gitana diretta da Lara Andres.


In cartellone, anche tre serate di grande fascino con gli spettacoli prodotti dalle Compagnie di Balletto Classico Cosi-Stefanescu, della Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini e dalla Compagnia dei Giovani Danzatori Aulos.


L’edizione di quest’anno, inoltre, sarà arricchita dalla mostra “Danza in città”, 12 scatti del fotografo riminese Francesco Grillo, che ha immortalato danzatrici e danzatori nel centro storico e nella zona mare di Rimini. La mostra rende omaggio a Maria Grazia Bardelli fondatrice di Arco in Danza scomparsa nel 2012 ed è organizzata in collaborazione con il Comune di Rimini. 

Vedrà sorgere totem bifacciali di grandi dimensioni nel centro storico riminese: piazza Tre Martiri, piazza Cavour, piazzale Giulio Cesare (Arco d'Augusto), piazza Ferrari, piazza Malatesta (di fronte all’ingresso del Castello), via Garibaldi (Porta Montanara). 


Il 21 luglio, sarà offerta a tutti i ballerini tra i 6 e i 20 anni acquirenti di un biglietto di ingresso per lo spettacolo “Sud”, che si terrà nella serata, l’opportunità di partecipare a uno stage con il coreografo Luigi Martelletta, già primo ballerino al Teatro dell'Opera di Roma. 


Arco in Danza è organizzato dall’Associazione Eventi in Centro in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, collaborazione che ha permesso il felice trasferimento della manifestazione all’interno della corte di CastelSismondo, dopo che da oltre un decennio si svolgeva nell’area dell’Arco D’Augusto, sempre in ogni caso con un grande seguito di pubblico. 


“La collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini – commenta Cristiano Paci, presidente dell’Associazione Eventi in Centro – e il trasferimento a Castel Sismondo hanno dato grande impulso ad Arco in Danza. C’è una passione diffusa sul territorio e anche quest’anno attendiamo migliaia di persone, fra le quali soprattutto giovani appassionati. Ormai Rimini e la danza, nei vari ambiti nei quali si esprime, rappresentano un binomio di valore e lavoriamo perché diventi anche un prodotto turistico”.


“Castel Sismondo non è mai stato, nelle intenzioni dei Malatesta, solo una fortezza militare – commenta Massimo Pasquinelli, presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini - ma, col suo palazzo pensile e il suo sistema di corti, un luogo privilegiato per manifestare lo splendore della vocazione al mecenatismo del Signore di Rimini, Sigismondo Pandolfo. Ora che il Castello è tornato a essere una delle principali piazze culturali della città, anche la danza, accanto alla poesia e alla musica, al teatro e alla pittura, al disegno e alla scultura, ha trovato la propria sede ideale. La mostra fotografica di Francesco Grillo, disseminata per il centro di Rimini, vuole ricordare una duplice vocazione culturale: se da una parte, infatti, sottolinea  la relazione dell’arte coreutica, classica e contemporanea, con la storia della città e dei suoi luoghi simbolici, dall’altra segna, una volta di più, la trasformazione di Castel Sismondo da corte rinascimentale chiusa, destinata all’élite politica e intellettuale del Signore, a nuova agorà della cultura riminese”. 


Tra i partner dell’iniziativa c’è anche il Comune di Rimini: “Arco in Danza si conferma come uno degli appuntamenti di punta dell’estate del centro storico di Rimini, sempre più parte integrante della nostra offerta turistica - afferma l’assessore Jamil Sadegholvaad - Il Castello, così come piazza Malatesta e le tante piazze e vicoli del cuore antico della città sono, non a caso, coinvolti in un complessivo progetto di riqualificazione e valorizzazione che ha l’ambizione di riempire di contenuti il centro storico. Arco in Danza, grazie alla passione di promotori e Fondazione, è uno di questi contenuti, capace di far scoprire a migliaia di persone uno dei tanti patrimoni della nostra città”. 


L’ ingresso alle serate di “Arco in Danza” è gratuito, tranne per i due spettacoli in programma lunedì 20 luglio e martedì 21 luglio 2015.

< Articolo precedente Articolo successivo >