Martedý 26 Maggio05:55:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fa lo stalker contro vicino tirando sassi, urina e inscenando amplessi: 40enne a processo

Attualità Rimini | 15:25 - 16 Giugno 2015 Fa lo stalker contro vicino tirando sassi, urina e inscenando amplessi: 40enne a processo

Martedì 16 giugno si è celebrata una nuova udienza del processo che vede alla sbarra un 40enne originario di Bagnolo di Sogliano, divenuto un vero e proprio incubo per il suo vicino di casa, un noto imprenditore di Riccione. Il 40enne fu condannato in primo grado a 7 anni per tentato omicidio, pena poi ridotta in appello a 4 anni e 4 mesi e confermata in Cassazione. L'uomo tentò di investire con l'automobile la madre dell'imprenditore: l'accusa di tentato omicidio fu derubricata in lesioni in appello, questo giustificò lo sconto di pena. Il vicino terribile non si limitò a ciò: non gradiva la presenza del riccionese a Sogliano e si rese protagonista di una serie di atti persecutori. In primis le minacce e la tentata estorsione, con la richiesta di denaro, altrimenti “avrebbe perseguitato l'uomo e i suoi familiari per tutta la vita”. Lo stalker passò successivamente all'azione: con fastidiosi dispetti, come far sparire gli attrezzi da giardino e i giocattoli dei figli, ma anche con atti di maggior gravità: in un'occasione aveva cercato di urinare addosso all'imprenditore, in un'altra gli aveva lanciato contro dei sassi. Per infastidire i vicini, secondo le accuse, il 40enne inscenava anche degli amplessi, toccandosi le parti intime. Martedì il giudice ha sentito come testimoni i Carabinieri che intervennero per arrestare lo stalker. Il processo è stato aggiornato al 7 novembre 2015 per la conclusione della fase istruttoria.