Sabato 10 Dicembre11:09:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sequestrato tesoretto del re degli spacciatori: gestito da moglie e figlia a Rimini

Cronaca Rimini | 17:01 - 23 Maggio 2015 Sequestrato tesoretto del re degli spacciatori: gestito da moglie e figlia a Rimini

Un tesoretto da oltre 300 mila euro sequestrato a Rimini dalla Divisione anticrimine della Polizia di Stato, al "re degli spacciatori albanesi", A.G., 50enne, attualmente recluso presso la Casa di Reclusione di Sulmona. Qui l'uomo sta scontando una condanna a 24 anni nell’ambito di una maxi operazione antidroga. La lunga attività di indagine si è sviluppata attorno alla vita di due donne, sua moglie, una 49enne italiana nata a Rimini e qui residente, e sua figlia. Queste, dopo l'arresto del congiunto avvenuto nel 1998 a Milano, avevano continuato a gestire i beni di famiglia, non sequestrati ai tempi dell'arresto, nonostante fossero ritenuti illecitamente accumulati, ma non inseriti nell’anagrafe dei rapporti finanziari poichè istituita successivamente. Gli inquirenti sono riusciti a far luce sulla vicenda analizzando il tenore di vita delle due donne che, sebbene avessero redditi contenuti, riuscivano a permettersi auto, viaggi in mete esotiche, oltre che movimentare cifre importanti tramite vari istituti bancari.
Il Tribunale del Riesame ha pertanto confermato il sequestro preventivo dell’immobile, delle auto e dei conti correnti. Padre, madre e figlia sono stati denunciati per trasferimento fraudolento di valori.

< Articolo precedente Articolo successivo >