Marted́ 04 Ottobre10:30:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Trc Riccione, cede muro di sostegno in via Portovenere: rischio sicurezza

Attualità Riccione | 16:33 - 23 Maggio 2015 Trc Riccione, cede muro di sostegno in via Portovenere: rischio sicurezza

Il Trc a Riccione "deraglia": questo sarebbe il rischio che il metro di costa correrebbe se si trovasse a transitare per via Portovenere, dove il cantiere  è aperto da più di un anno. Sabato mattina infatti il muro messo a sostegno del cantiere interno, dove si sta lavorando alla costruzione delle due corsie di attraversamento del mezzo, ha ceduto di una ventina di centimetri sul lato delle abitazioni. Il che potrebbe indicare l'assenza di fondamenta o, quantomeno, la poca stabilità dello stesso. Secondo quanto spiega Massimo Angelini, presidente del Comitato No Trc, il capo cantiere ha riferito di un mancato funzionamento della pompa di drenaggio posta in prossimità del sottopasso di viale La Spezia, chiuso lo scorso 7 maggio, che avrebbe creato un accumulo di acqua e fango proprio all'altezza del muro che ha ceduto, tra i civici 24 e 25. "Non si tratta di una bomba d'acqua - riferisce Angelini - il muro non è sicuro. Se è venuto giù in questa occasione, figuriamoci che rischi può rappresentare sia per le abitazioni che per la ferrovia in futuro".
Intanto sono in corso i lavori di ripristino, operai all'opera anche di sabato pomeriggio, per aspirare l'acqua in eccesso e ristabilire il muro di sostegno e l'asfalto sottostante.
Intento della situazione sono stati avvertiti Roberto Cesarini, asessore all'Urbanistica e Lavori Pubblici del comune di Riccione e il primo cittadino Renata Tosi. Secondo il comitato ci sarebbero i margini per poter bloccare i lavori a causa di mancata sicurezza.

< Articolo precedente Articolo successivo >