Marted́ 04 Ottobre12:14:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Volley, Romagna Est Bellaria vola sicura verso la salvezza dopo una sfida ricca di emozioni

Sport Bellaria Igea Marina | 10:13 - 11 Maggio 2015 Volley, Romagna Est Bellaria vola sicura verso la salvezza dopo una sfida ricca di emozioni

Una serata ricca di emozioni quella dell'ultima di campionato disputata nel fortino del PalaBim dalla Romagna Est Bellaria con Ozzano, terza forza del campionato e lanciata verso i play-off. La vigilia è di quelle che possono far tremare le gambe, la tensione è alta e l'ultimo verdetto del campionato in chiave salvezza sarà decretato dalla doppia sfida in terra di Romagna, con Rimini seconda forza del torneo impegnata con le nostre inseguitrici dell'Alfonsine. Se per quanto riguarda le posizioni di testa non c'era più niente da scrivere, tutt'altra è la storia delle sfida a distanza per la salvezza.
Tutto in una gara e dopo la splendida prestazione di una settimana fa c'è la convinzione di riuscire a fare quel punto che metterebbe fuori causa l'Alfonsine dalla corsa alla permanenza in serie C. Ozzano si presenta al PalaBim con il terzo posto già in tasca in virtù della vittoria del Riccione con l'Olimpia Ravenna, e decide che sarà comunque partita vera. Il tecnico ospite si schiera con la formazione migliore a dimostrazione che non ci saranno regali di sorta. Bellaria dal canto suo vuole conquistarsi un posto in un campionato che merita ampiamente e coach Costanzi scende in campo con Lambertini,  Morettini, Morri, Canini, Fortunati, Ricci e Pironi libero. Le bolognesi però spingono  subito sull'acceleratore, scappano, si sentono sicure di chiudere in fretta la pratica, ma Bellaria è viva ed è spinta dal folto pubblico formato da tanti ragazzi e ragazze dei vari gruppi BVolley, tenta il recupero che non si concretizza per un soffio (22-25). Nel secondo parziale il tecnico di casa lancia nella mischia Gasperini e Cantore, alterna con il doppio cambio Tosi e Lambertini, tutte danno il proprio apporto alla causa ed il 19-12 la dice lunga sull'intenzione di Morettini e C. Ozzano non ci sta, prova il recupero ma il 25-22 fa esplodere il PalaBim, anche perché le notizie che arrivano da Rimini parlano di una squadra di casa sul 2-0, per cui il sogno è ad un passo. Il terzo set inizia con una bella Romagna Est, è lotta punto a punto, Bellaria allunga, le ospiti recuperano e sull'11-12 Costanzi chiama time-out. Il pubblico mormora, la notizia che ti aspettavi arriva, Rimini batte Alfonsine per 3-0 e per le nostre giovani è salvezza matematica. Un boato dagli spalti accompagna la notizia, le ragazze capiscono, lo speaker ufficializza,  ma non è ancora ora di festeggiare, c'è una gara da continuare a giocare. Intanto Ozzano
si aggiudica 25-19 il parziale e dalla quarta frazione ti aspetti una gara a senso unico. Invece il PalaBim spinge la squadra che sul 12-14 piazza un parziale pauroso con Cantore autrice di ben 7 punti consecutivi e Ricci a mettere le barricate a muro. 21-14 ed il punto che si voleva conquistare è ad un passo, ma che sia gara vera ormai lo si è capito, le bolognesi recuperano ma quel punto il gruppo lo vuole con tutto se stesso e chiude 25-19. Il tie-break è il piacevole epilogo di una bella gara, i titoli di coda, su un campionato in cui la salvezza è stata la nostra meritatissima vittoria! Costanzi: "Non poteva che finire così, una partita in cui ognuna ha messo la propria firma come del resto dall'inizio campionato, ogni volta che una è stata chiamata in campo ha risposto presente. Oggi ci siamo meritati una salvezza frutto di tanto lavoro con una squadra che non ha mai smesso di crederci e dove la parola "gruppo" ha fatto davvero la differenza. Siamo partiti con una squadra giovanissima ed inesperta per la categoria in cui l'età media non arrivava a 18 anni. Ad inizio campionato ci davano tutti per spacciati, per incoscienti a rischiare in un progetto del genere. Abbiamo chiuso il girone d'andata con 9 punti, una chimera la quota salvezza ma non per NOI. NOI che abbiamo continuato ad allenarci come il primo giorno, NOI che abbiamo continuato a credere nel nostro obiettivo, NOI che abbiamo fatto sempre più gruppo, NOI che non abbiamo mai mollato, NOI che abbiamo riso e pianto insieme, NOI che alla fine ce l abbiamo fatta. Abbiamo vinto la nostra sfida ed è stato come vincere il campionato. Non scorderò mai le 7 ore (!!!) giornaliere di allenamento nel ritiro di Carpegna, i 2 mesi in cui siamo stati senza 3 giocatrici x infortunio ma tutto questo ci ha reso ancora più tenaci, le lacrime che ho visto scendere dopo la sconfitta con Pontevecchio di due settimane fa e che ci aveva messo con un piede e mezzo in serie D e non mi ha fatto dormire, ma neanche le lacrime di ieri sera dopo il raggiungimento della salvezza e di nuovo non mi han fatto dormire, ma per la felicità. Grazie a tutte le persone che ci hanno sempre sostenuti ed hanno creduto in noi; grazie alla società che ci ha sempre incoraggiati senza rinnegare mai il progetto anche quando all'inizio i risultati non arrivavano, grazie ai dirigenti a dir poco speciali, ma soprattutto grazie a voi.....le 13 giovani terribili!".
Un risultato che è più di una vittoria di una partita o di un campionato. E' un capolavoro che ha avuto come protagonista assoluto coach Costanzi capace di motivare, costruire e migliorare un gruppo che nel corso della stagione ha letteralmente cambiato pelle. Un capolavoro realizzato con un baby-gruppo che non raggiunge i 18 anni di età media e che doveva essere una delle vittime predestinate per la retrocessione. Un capolavoro nel quale hanno creduto sin dal primo giorno tutto lo staff tecnico, la dirigenza bellariese ed il responsabile del BVolley Balducci che così racconta: "Ricordo come fosse ieri la calda estate 2014. Attorno ad un tavolo a dirci che era ora di credere totalmente nei giovani non solo a parole ma nei fatti, cercando di dare loro quelle opportunità di campo che secondo noi erano necessarie per fare un ulteriore salto di qualità. Così, è stata rivoluzionata la squadra, abbiamo formato il gruppo più giovane del campionato, ci siamo presi dei rischi ma eravamo convinti che era ora di dare una visione diversa della pallavolo di casa nostra. Non è stato facile, ma la gioia di ieri sera non può essere descritta. Matteo (Costanzi ndr) è stato straordinario, ma tutti coloro che sono stati vicini alla squadra meritano un plauso, da "Lellone" a Giacomo, da Stefano a "Fando" fino a Sanzio, senza dimenticare le famiglie che hanno sofferto con noi. Siamo una bella squadra ed insieme siamo riusciti a fare qualcosa di fantastico nel suo genere."
tabellino: Lambertini 3, Morettini 13, Ricci 18, Canini 6, Fortunati 2, Morri 7, Tosi Brandi 4, Cantore 14, Scaricabarozzi 5, Gasperini 3, Giulianelli 2, Pironi lib1, Zammarchi lib2 – All.Costanzi
Aces 4, Battute sbagliate 11, Muri 10

< Articolo precedente Articolo successivo >