Martedý 19 Gennaio19:28:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Trovata morta in spiaggia, mistero su identità. Autopsia: annegamento, no violenza

Attualità Bellaria Igea Marina | 09:58 - 03 Maggio 2015 Trovata morta in spiaggia, mistero su identità. Autopsia: annegamento, no violenza

E' ancora giallo sulla vicenda del cadavere di una donna ritrovato sulla battigia a Bellaria mercoledì 29 aprile. Di lei non si è ancora risaliti all'identità, mentre l'autopsia, disposta dal Pm e eseguita dal dott. Pier Paolo Balli, ha convalidato l'ipotesi della morte per annegamento. Non si evidenziano sul suo corpo segni violenza nè fori di siringa, nonostante siano stati disposti anche gli esami tossicologici. La sua morte risalirebbe a 24/48 ore prima del ritrovamento, forse è caduta in acqua altrove e le correnti l'hanno spinta, ormai priva di vita, nel riminese. Dall'età apparente tra i 50 e i 60 anni, a seguito dell'analisi delle impronte digitali, risulta incensurata. A fare la scoperta del cadavere sulla battigia era stato un passante che aveva immediatamente allertato le forze dell'ordine. La donna, carnagione chiara e capelli scuri, aveva indosso solo una maglietta scura.

Foto repertorio