Marted́ 19 Gennaio00:26:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tormenta e spia la moglie fino a nascondersi nel baule dell'auto, marito geloso a processo

Attualità Rimini | 17:36 - 30 Aprile 2015 Tormenta e spia la moglie fino a nascondersi nel baule dell'auto, marito geloso a processo

Hanno entrambi una nuova relazione sentimentale, dopo essere stati protagonisti di una lunga storia d'amore piuttosto burrascosa, finita con l'arresto dell'uomo, un 43enne di origine campano. Sposato con una ragazza più giovane, si erano trasferiti a Rimini dal 2007, dove lui aveva trovato lavoro come artigiano. Dal loro matrimonio erano nati tre figli. Il rapporto tra coniugi fu però fin dall'inizio piuttosto turbolento e conflittuale, fino a quando l'uomo ha iniziato ad essere protagonista di gravi episodi, tra cui un pugno sferrato al volto della donna. Ingiurie, pedinamenti e appostamenti, comportamenti motivati da una cieca gelosia che avevano configurato una condotta da stalker. Nei confronti dell'uomo era scattato così il divieto di avvicinamento alla moglie e ai figli, divieto che aggirò: nel dicembre del 2013 il campano si nascose nel baule dell'automobile della donna, uscita di casa per accompagnare i figli a scuola e poi per fare acquisti. All'uscita da un supermercato aveva aperto il bagagliaio, trovando l'ex ranicchiato. Da lì una lite e l'intervento della Polizia. L'uomo fu accusato di mancata esecuzione dolosa del provvedimento giudiziario di allontamento dalla famiglia, oltre ai capi di imputazione per minacce gravi, atti persecutori e maltrattamenti in famiglia. Nell'udienza del processo tenutasi giovedì 30 aprile al Tribunale di Rimini, il giudice ha disposto un rinvio a settembre 2015.