Martedė 26 Gennaio09:13:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Scambiamoci una storia a Rimini: i racconti dei grandi scrittori incontrano quelli degli anziani

Sociale Rimini | 12:28 - 29 Aprile 2015 Scambiamoci una storia a Rimini: i racconti dei grandi scrittori incontrano quelli degli anziani

Le storie, quelle narrate nei libri dei grandi scrittori, incontrano altre storie, quelle vissute dai più anziani: è questo lo scopo e la suggestione del progetto “scambiamoci una storia – merenda tra le pagine”, a cura dei lettori volontari del Centro per le famiglie del Comune di Rimini.  


Tra il Centro per le famiglie di Rimini - in particolare le  sue stanze dedicate ai più piccoli in piazzetta dei Servi 1 - e gli alloggi per gli anziani con Servizi dell'ASP Casa Valloni, c'è solo una rampa di scale; è questo il brevissimo tragitto che si è voluto percorre per fare incontrare i lettori volontari del Centro per le famiglie agli anziani residenti del primo piano della stessa struttura che ospita anche la sede del Centro. Uno scambio intergenerazionale  in cui i lettori proporranno libri e letture, ma sicuramente riceveranno storie di vita da chi ha più esperienza.  Ieri si è svolto il primo di questi incontri, realizzati all'interno del progetto “Scambiamoci una storia – merenda tra le pagine”, che si ripeterà con cadenza settimanale.


Il commento del vicesindaco di Rimini Gloria Lisi


“Un progetto che nasce da un'idea semplice, ma di grande importanza e valore sociale, quella di condividere e scambiarsi storie. I lettori portano quelle dei libri, dei racconti che leggono, gli anziani quelle della loro vita lunga e ricca e di esperenze. Ai lettori volontari coinvolti va tutto il mio ringraziamento personale perchè generosamente offrono il loro tempo alla comunità riminese, raddoppiando il loro impegno tradizionalmente offerto ai più piccoli (in biblioteca o presso l’Ospedale Infermi nei reparti di Pediatria e Oncologia Pediatrica) anche agli anziani. Un piccolo ma grande segnale di civismo e di attenzione agli altri che arricchisce la qualità di vita della nostra comunità”.

< Articolo precedente Articolo successivo >