Domenica 24 Gennaio20:30:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Baseball: Rimini Baseball vince in gara 1 contro UnipolSai Bologna

Sport Rimini | 08:41 - 25 Aprile 2015 Baseball: Rimini Baseball vince in gara 1 contro UnipolSai Bologna

Il Rimini Baseball si aggiudica gara1 del big match contro l’UnipolSai Bologna per 2-0, risultato che vale la momentanea vetta della classifica in solitario per i neroarancio vista la sconfitta interna del Padova contro Parma. Davanti ad una bella cornice di pubblico allo Stadio dei Pirati è andata in scena una bella gara dove i due partenti stranieri Candelario e Fleming hanno dato vita ad un grande duello. Strepitoso il pitcher dei Pirati che ha ammutolito letteralmente il lineup bolognese concedendo appena una valida (Infante al primo lancio) e una base ball (Vaglio al secondo) nelle sette riprese in cui è stato impiegato. Non solo, il lanciatore dominicano proveniente dalla Liga Nicaraguense ha messo a segno ben 14 strike-out per un totale di 107 lanci di altissima qualità che hanno deliziato il pubblico riminese. Dopo di lui ha firmato la shutout il grande ex della sfida Moreno (tre stagioni a Bologna) che ha condotto in porto il prezioso successo grazie anche ad una super presa al volo (sulla recinzione) dell’esterno pirata Romero, sulla profonda legnata a destra di Liverziani. L’attacco degli uomini di Munoz ha prodotto 5 valide (un doppio), positivi i due battitori mancini Bertagnon e Romero che hanno confezionato i due punti decisivi nonostante la buona prova del partente americano Fleming (7 k per lui) e dei due rilievi Marinez e Rivero.
Questa sera (playball ore 20.30) la serie si concluderà sul diamante bolognese dello Stadio Falchi, probabili lanciatori partenti Richetti per Rimini e De Santis per la formazione felsinea.

La cronaca

Al primo affondo i Pirati hanno una buona occasione per sbloccare il punteggio, ma con due eliminati e due corridori in base (Desimoni e Romero entrambi su base ball) Mazzanti non riuscirà a concretizzare facendosi eliminare in diamante.
Tre riprese più avanti i neroarancio passano in vantaggio, il partente bolognese Fleming incassa il gran doppio a destra di Olmedo (a pochi cm dalla riga di foul) che poi giunge in terza sulla rimbalzante di Romero. Sulla radente di Mazzanti il terza base dell’UnipolSai Suarez commette l’errore di tiro in prima. Con i corridori agli angoli, Bertagnon realizza la valida che spinge a casa base il primo punto della partita (1-0), poi il pitcher americano non concederà altro alle mazze romagnole eliminando Babini (K guardato) e Di Fabio (scelta difesa).
La partita scorre via velocemente grazie alla grande prestazione del partente riminese Candelario che a suon di strike-out conserva il prezioso vantaggio per ben sette riprese. Nella parte bassa di questa ripresa i Pirati allungano, sulla collinetta è salito Rivero al posto di Marinez (salito al sesto per Fleming). Il neo entrato subisce il singolo del leadoff neroarancio Desimoni, che poi avanza in seconda base su lancio pazzo. Dopo il ‘k’ su Zileri e la rimbalzante di Olmedo (Desimoni in terza), il rilievo venezuelano dell’UnipolSai dovrà arrendersi alla puntuale valida al centro di Romero che firma il secondo punto per i suoi (2-0), poi chiuderà l’attacco riminese facendo battere a Mazzanti una facile ground ball in diamante.
Ad inizio ottavo sale in pedana per Rimini il grande ex della sfida Moreno al posto di uno strepitoso Candelario. Il neo entrato subisce il singolo di Sambucci, Vaglio batte un facile pop sull’interbase Olmedo, mentre il ricevitore bolognese Rodriguez si guadagna la base ball. Momento emozionante del match, con due uomini base e un out però il rilievo Moreno non si scompone e metterà a segno due strike-out consecutivi che pongono fine all’assalto degli uomini di Nanni.
Sarà l’ultima occasione per la formazione ospite di poter rientrare in gara visto che il closer dei Pirati completerà senza problemi le ultime tre eliminazioni che sanciranno la shutout finale.

Gara1
UnipolSai Bologna 0
Rimini Baseball 2


La foto di Alexis Candelario è del fotografo Francesco Pizzioli

< Articolo precedente Articolo successivo >