Sabato 23 Gennaio12:26:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini verso Expo: non più cucina popolare, ma pluristellata grazie ai grandi chef

Attualità Rimini | 15:46 - 21 Aprile 2015 Rimini verso Expo: non più cucina popolare, ma pluristellata grazie ai grandi chef

Rimini verso Expo protagonista a "Centomani" con gli chef stellati riminesi.  Il Sindaco Andrea Gnassi ha partecipato lunedì, a Polesine Parmense, ad una tavola rotonda sulla valenza identitaria ed economica della ristorazione, con importanti giornalisti ed esperti del settore, nell'ambito della manifestazione "Centomani", organizzata dall'associazione Cheftochef.  Attraverso il cibo, Rimini si conferma locomotiva della Regione verso Expo, con i prodotti delle grandi eccellenze enogastronomiche e con i protagonisti stellati riminesi, da Pier Giorgio Parini dell'Osteria "Il povero Diavolo" di Torriana, premiato come Prix Chef de l'Avenir consegnato dall'Accadémie Internationale de la Gastronomie, a Riccardo Agostini, Claudio Di Bernardo, Raffaele Liuzzi, Gianpaolo e Gianluca Raschi, Silver Succi.

“I più grandi giovani cuochi del mondo  - commenta il Sindaco Andrea Gnassi - con Massimo Bottura e Al meni, Rimini Street Food, il progetto del cibo di strada fra chioschi e piadinai andato nel mondo insieme a Ducati e i grandi chef. E ancora la più grande fiera turistica TTG che incontra il pesce azzurro e i pescatori. Una mole di azioni e progetti svolti con i privati che in 3 anni ha seminato un nuovo posizionamento e una nuova percezione di Rimini in Italia e nel mondo in materia di cibo ed enogastronomia. Il lavoro di questi anni, il sostegno ai grandi cuochi e ai produttori di qualità - ha sottolineato il Sindaco - ha elevato la proposta enogastronomica della Riviera, che veniva fino a poco tempo fa percepita come popolare e di bassa qualità, a standard di alta qualità. Abbiamo investito su prodotti turistici strategici che attireranno sempre più turisti e viaggiatori, non per puntare ad un consenso immediato ma per creare reti fra grandi chef, istituzioni, territorio, categorie, produttori, artigiani. Questo binomio cucina e territorio è destinato a produrre circuiti virtuosi, nuova ricchezza e occupazione."

< Articolo precedente Articolo successivo >