Lunedý 18 Gennaio23:51:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Novafeltria, dopo 20 anni inaugura il Giardino delle scuole primarie sistemato dai genitori

Scuola Novafeltria | 11:12 - 21 Aprile 2015 Novafeltria, dopo 20 anni inaugura il Giardino delle scuole primarie sistemato dai genitori

Sarà inaugurato venerdì 24 aprile alle ore 10 il giardino delle Scuole Primarie di Novafeltria - Chiuso da quasi 20 anni riapre le porte ai piccoli ospiti della scuola - Grazie ad un gruppo di genitori volontari che hanno regalato tempo e mezzi i bambini della scuola possono finalmente uscire all’aperto dopo essere stati costretti per anni a passare la ricreazione seduti in classe - Interverranno alla cerimonia il Sindaco di Novafeltria Lorenzo Marani,  la Preside dell’Istituto Comprensivo “Battelli” Anna Rita Baldi e gli assessori comunali.



Quello che si inaugura venerdì 24 aprile alle ore 10 a Novafeltria è la storia di giardino ritrovato. Il progetto - “Un Giardino per la Scuola” - presentato al Comune dal Comitato Genitori di Novafeltria, è nato dalla tenacia di alcuni genitori che non potevano sopportare l’idea che i bambini erano costretti a stare seduti in classe durante la ricreazione per la mancanza di spazio fuori dalla struttura. In particolare i bambini, durante la ricreazione, potevano uscire dalle loro aule solo a giorni alterni in quanto, lo spazio all’interno della struttura scolastica, non permetteva l’uscita contemporanea di tutte le dieci sezioni. Cosi, a giorni alterni, i bambini erano costretti a trascorrere i venti minuti di ricreazione seduti al loro banco. Questo succedeva perché l’ampia area esterna della scuola era da anni inutilizzata, perché considerata pericolosa, in quanto il terreno -che aveva ceduto in più punti - e tutta l’area si trovavano in stato di abbandono e degrado.



Vista l’impossibilità da parte del Comune di riqualificare l’area per carenza di risorse sono stati gli stessi genitori a rimboccarsi le maniche perché, i loro figli, potessero riappripriarsi di uno spazio all’aperto dove svolgere attività ricreativa e didattica.
Per raggiungere questo obiettivo si è formata una squadra di volontari decisa ad aprire
quel giardino: si è steso così un progetto, si sono ricercati sponsor e le competenze necessarie per realizzare l’opera (dal geometra, alle ditte edili, ai muratori, carpentieri,
artigiani, posatori di pietra) chiedendo aiuto, naturalmente, anche a tutti coloro che pur non avendo qualifiche specifiche, volevano semplicemente donare il loro tempo.
I lavori sono iniziati il 7 giugno 2014, l’ultimo giorno di scuola, e sono poi proseguiti nei successivi week end. Anche il Comune, con il suo assessore ai Lavori Pubblici, è sempre stato presente e disponibile a concedere manodopera quando richiesta.
A lavori ultimati, in questo nuovo giardino, sono state ricavate dieci aree, una per ogni
sezione, dove quest’inverno i bambini hanno piantato oltre 400 bulbi di tulipano e narciso che, oggi fioriti, rendono visibili i colori della primavera. Il giardino, dotato di un sistema di irrigazione automatica, è protetto, in ogni angolo e spigolo, con materiale antiurto. Sono state inoltre ridipinte le pareti esterne alla scuola per permettere la realizzazione di murales direttamente con i bambini grazie all’intervento di Jo Dipinge e del progetto RinNovafeltria.



Un ringraziamento particolare a: Fabio Pazzini, Lara Berardi, Massimo Gabrielli, Mirco Crociati, Omar Ricci, Massimo Parri, Gentian Mustafa, Mauro Bisceglie, Giulio Gabrielli, Roberto Mazzoni, Constatin Ostafe, Silvano Poggioli, Ivan Gabrielli, Marco Pula, Arben Rapaj, Lucio Sposato, Stefano Buscarini, Luca Cappanelli, Nicoletta Dragne, Barbara Giorgi, Silvano Sartini, Gentian Orapi, Verardo Fabbri, Domenico Lucente, Lorenzo Angelini, Manuela Guidi, Elis Balducci, Andrea Baldani, Larissa Ostafe, Sara Manduchi, Erica Zani, Andrea Nunzi, Gabriele Gamberini, Ketti Alessandrini, Carlo Fiorentini, Simone Bernardi, Giorgio Roccoli, Francesco Puca, Mario Iori, Pippo de Tommaso, Matteo Flenghi, Dalila Parente e a tutti i genitori che vi hanno contribuito.