Sabato 16 Gennaio09:10:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Otto rinforzi per il Rimini, si prospetta un mercato scoppiettante per la Lega Pro

Sport Rimini | 11:30 - 14 Aprile 2015 Otto rinforzi per il Rimini, si prospetta un mercato scoppiettante per la Lega Pro

"Questo Rimini poteva primeggiare anche nel girone B di Lega Pro, visto il livello medio delle partecipanti". E' il parere comune a molti tifosi e addetti ai lavori, che forse sottostimano un po' ingenerosamente la competizione nella più bassa categoria professionistica. Per farsi un'idea è sufficiente rimarcare le difficoltà del Pisa, corazzata nata per dominare il campionato, o la strana stagione vissuta a Ferrara, con una Spal in grande difficoltà, prima di ingranare la marcia e di inanellare 6 vittorie consecutive con una difesa bunker. Il livello della Lega Pro può sembrare basso per le regole che impongono l'impiego di giovani. Non quattro fissi come in serie D, ma una formazione dall'età media massima di 25,5 anni (escludendo dal conteggio il giocatore di età più avanzata). E per rimanere in tema Spal, è sufficiente guardare il curriculum dei quattro giocatori più giovani, uno solo dei quattro titolari: il terzino Nava, scuola Atalanta; il difensore centrale Aldrovandi, scuola Modena, transitato poi al Chievo Verona; il centrocampista Gerbaudo, ex Juventus; l'attaccante Rovini, gioiello del vivaio empolese.

In casa Rimini sanno benissimo tutto ciò e il ds Ivano Pastore ha importanti contatti con società di categoria superiore, per cui è facile prevedere che il mercato della prossima estate possa essere piuttosto scoppiettante. Iniziando a fare i conti per l'età media, capitan Ricchiuti sarebbe il giocatore "over" da non considerare nel computo dell'età media. Tra i giovani in rampa di lancio nella formazione titolare Dini e Berardi, oltre a Torelli. Per conservare la spina dorsale della squadra (Di Maio-Cacioli; De Martino; Ricchiuti-Pera) servirebbero tre giocatori che insieme sommino 73 anni, due 24enni e un 25enne. 

Nella nuova Lega Pro potrebbero rilanciarsi Martinelli e Spinosa, entrambi 24 anni e già titolari nel Rimini di Marco Osio. Arrivati in autunno a campionato iniziato, hanno trovato poco spazio, il primo per infortuni e per la presenza della coppia Di Maio-Cacioli, il secondo per scelta puramente tecnica. Tra i giovani del prossimo organico il ghanese Kumin, inoltre dovrebbero trovare un posto anche Florio e Mazzocchi, più incerto Di Nicola, con un piede in partenza Guastamacchia, Verdone, Versienti e Carezza. Tra i veterani Di Deo potrebbe rimanere come riserva di lusso (sia di De Martino che di Ricchiuti), mentre sono ai saluti Masini, Kabine e Paganelli. Incerto il futuro di Gianmarco Tedesco. Il giocatore anche a Rimini si è dimostrato un top player per la serie D, ma è un semi esordiente per la Lega Pro (1 presenza nel Sorrento 2006-2007 in C2). Ormai 26enne, rischia di ricoprire un ruolo marginale per le regole dell'età media. Potrebbe dunque essere sacrificato.

In sostanza sarà un mercato movimentato, con diversi innesti: in primis tre titolarissimi, due terzini e un esterno offensivo. In più un portiere di esperienza (Barasso verso la conferma come terzo e come "capitano non giocatore"), un centravanti di categoria e un altro esterno offensivo (entrambi possibilmente dall'età non troppo avanzata), due giovani affidabili per i ruoli di difensore e centrocampista centrale. Otto acquisti per un Rimini subito competitivo per i primi posti e per sognare quella serie B persa nel 2008-2009.