Giovedý 27 Febbraio23:58:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Seconda edizione Premio Rimini per la poesia giovane: ecco i sette finalisti

Cultura Rimini | 14:25 - 20 Marzo 2015 Seconda edizione Premio Rimini per la poesia giovane: ecco i sette finalisti

Nella giornata mondiale della poesia la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e Parco Poesia annunciano i nomi dei sette finalisti del Premio Rimini per la Poesia Giovane. 

Si tratta di sette poeti sotto i 35 anni, che nella mattinata di Sabato 11 Aprile, presso la Sala Manzoni, leggeranno di fronte alla grande giuria popolare composta da 500 studenti delle scuole superiori riminesi.

Saranno proprio i ragazzi in sala a determinare il vincitore, che potrà pubblicare il suo libro con una delle più importanti collane italiane dedicate alla poesia emergente.

Per questa seconda edizione del Premio Rimini sono arrivati ben 130 manoscritti inediti. La giuria junior, composta da 10 autori trentenni che hanno ruoli decisionali nel campo dell'editoria e della promozione della poesia contemporanea, ha selezionato 15 semifinalisti, che sono passati al vaglio della supergiuria composta da alcuni tra i più importanti nomi della poesia contemporanea e della critica. Ogni giudice ha scelto un finalista, il settimo è stato votato collettivamente dai dieci membri della giuria junior.

Ecco i nomi dei finalisti (in prevalenza donne), giovani dai 21 ai 35 anni, del Premio Rimini per la Poesia Giovane 2015.

Martina Abbondanza, ventunenne cesenate, l'unica romagnola del gruppo. E' laureanda in lettere classiche all'Università di Firenze. E' stata scelta da Alberto Bertoni, poeta, critico letterario e docente di letteratura italiana contemporanea all'Università di Bologna.

Marco Aragno, classe 1986, napoletano. Lavora come giornalista, ha già pubblicato il libro di poesia Zugunruhe ed è in uscita con il suo primo romanzo. E' stato scelto per la finale da Gian Mario Villalta, poeta, narratore e direttore artistico del Festival Pordenonelegge.

Alberto Frigo, veneto, nato nel 1980, è quello che arriva da più lontano. Lavora infatti in ambito accademico nel campo della filosofia moderna e della critica d’arte tra Lione e Parigi, ed attualmente è Fellow all’Istituto Warburg di Londra. E' stato scelto dalla poetessa e studiosa riminese  Rosita Copioli.

Gianluca Furnari, catanese, nato nel 1993, laureato in Lettere con una tesi sulle Rime d’amore di Torquato Tasso, studia Filologia Classica presso l’Università di Catania. E’ stato scelto all’unanimità dalla giuria junior.

Maddalena Lotter, venticinquenne veneziana, ha una laurea in lettere antiche con tesi su Ovidio nei Sonetti di Shakespeare, affianca il diploma con il massimo dei voti in flauto traverso presso il Conservatorio di Venezia, e l’attività di strumentista. E’ stata scelta da Roberto Galaverni, critico letterario del Corriere della Sera. 

Michela Monferrini, nata nel 1986 a Roma, ha già ottenuto importanti risultati nel campo della narrativa. Vincitrice nel 2008 del Campiello Giovani, è autrice del romanzo Chiamami anche se è notte (Mondadori 2014) con cui era stata finalista al Premio Calvino. E’ stata scelta da Antonio Riccardi, direttore letterario Mondadori. 

Federica Volpe, ventitreenne brianzola, laureata in Lingue e Letterature Straniere, è stata scelta dal Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini Massimo Pasquinelli.