Sabato 15 Dicembre00:00:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio, la nazionale di San Marino in sciopero, fermi gli allenamenti

Sport Repubblica San Marino | 06:56 - 16 Marzo 2015 Calcio, la nazionale di San Marino in sciopero, fermi gli allenamenti

La nazionale di calcio di San Marino annuncia uno sciopero, in vista della trasferta a Lubiana valida per le qualificazioni agli Europei: "vogliamo far valere i nostri diritti e non siamo mai stati presi in considerazione dalla Federazione", spiega Andy Selva, portavoce della protesta. "Lunedì e martedì non ci alleneremo". Rapida e dura la risposta del presidente della Fsgc, Giorgio Crescentini: "Uno sciopero assurdo, se questi signori vogliono distruggere il calcio sammarinese, facciano pure. Non vanno in Slovenia? Bene, ritiriamo tutte le squadre dalle competizioni internazionali", commenta a San Marino Rtv, l'emittente di Stato del Titano. "Non accettiamo ricatti da nessuno - aggiunge il presidente - Stanno creando un danno enorme all'immagine della Federazione e di tutto il Paese, a livello internazionale. Non sono questi i modi e i termini per affrontare i problemi e trovo inopportuno l'atteggiamento di chi, appena nato, pretende di entrare in Federazione e dettare legge. E' un'uscita quantomeno infelice, questa federazione e i suoi dirigenti meritano rispetto per quanto hanno fatto negli ultimi 25 anni". Luca Bollini, presidente della neocostituita Associalciatori sammarinese, sottolinea che "alla base di tutto c'è il rilevato ostruzionismo da parte della Federcalcio, che ci ha negato finora qualsiasi forma di dialogo". Aggiunge il vicepresidente Andy Selva al Corriere Romagna: "Vogliamo collaborare e migliorare il calcio, se dal nostro calcio non  uscito un giocatore negli ultimi trent'anni un motivo ci sarà. Siamo qui non per dettare regole, ma per discutere. Abbiamo un progetto che vorremmo fosse vagliato dal Consiglio Federale". Ad esempio? "Non  giusto che per fare un'amichevole in Liechtenstein un giocatore prenda 60 euro, ci debba pagare le tasse e prendere due giorni di ferie. Esempio banale, ma è ciò che accade a noi". (ANSA).

Area SondaggiIl sondaggio

Chiusura domenicale dei negozi, sei d'accordo?