Giovedý 28 Maggio09:32:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Video: influenza, Rimini ko. Medici di base, 'la peggiore epidemia degli ultimi anni'

Sanità Rimini | 11:37 - 03 Febbraio 2015

E' arrivato il picco dell'influenza su Rimini. Secondo una prima stima sarebbero oltre 80mila persone colpite da uno dei virus circolanti. Un riminese su quattro è bloccato a letto e ogni famiglia ha un suo componente alle prese con l'influenza. Rispetto al 2013-2014 l'aumento di contagi è evidente. Lo scorso anno, con 2000 vaccinazioni in più rispetto al 2012-13, si erano ridotti: nel picco di contagi solo un riminese su cinque si era arreso all'influenza. Quest'anno invece le persone che hanno contratto la malattia sono di più. Stime non ufficiali parlano di un aumento di vendita di farmaci del 10%, rispetto al 2014. Sono soprattutto i medici di base ad avere il polso della situazione: "la peggiore epidemia degli ultimi 14 anni". Il calo delle vaccinazioni, dovuto ai timori provocati dalle notizie sul vaccino Fluad - poi fugate dai controlli delle autorità sanitarie - spiega solo in parte la portata dell'epidemia. I virus appaiono più aggressivi: attaccano l'apparato respiratorio, portando tosse e febbre alta che può durare anche giorni. Gli ambulatori dei medici di famiglia sono stracolmi di pazienti e l'appello è di rivolgersi al proprio dottore solo se dopo quattro giorni la febbre continua a persistere. In questo caso infatti è necessario intervenire con gli antibiotici. In genere l'influenza si cura solo con gli antipiretici, ma il virus influenzale può generare complicanze che richiedono gli antibiotici per risolvere l'infezione.