Mercoledý 07 Dicembre07:28:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Guerra dello stadio Neri, non tutti i tifosi del Rimini contro la pista d'atletica

Sport Rimini | 10:05 - 05 Gennaio 2015 Guerra dello stadio Neri, non tutti i tifosi del Rimini contro la pista d'atletica

Non tutti i tifosi del Rimini hanno aderito alla posizione dei Red White Supporters, che hanno attaccato l'Amministrazione Comunale per la scelta di riqualificare la pista d'atletica dello stadio Romeo Neri, senza spostarla altrove. Il restyling della pista non costituirebbe totale ostativa all'avvicinamento della Curva Est: una posizione che trova concorde il gruppo Endas Rimini, formato da oltre 1000 tesserati tifosi della squadra biancorossa. Di seguito la nota del presidente Endas Rimini.




A nome dei nostri oltre 1.000 tesserati e in quanto tifosi del Rimini da sempre, vogliamo pubblicamente segnalare che quanto affermato sulla stampa e allo stadio dai Red White Supporters non ci rappresenta, e che se vogliono parlare a nome di tutti i tifosi, lo facciano solo dopo essersi accordati almeno con noi, che come loro seguiamo il Rimini allo stadio Romeo Neri tutte le domeniche e non riteniamo la pista d'atletica un affronto inaccettabile.



Ricordiamo ai Red White Supporters che il nostro amato Rimini, iniziò la sua onorata storia come squadra della Libertas, e che la storia della squadra e dello stadio hanno visto intrecciarsi fin dal principio l'idea di quest'impianto sportivo per dare una sana e giusta risposta alle esigenze di tutti i riminesi che volevano fare sport non solo calcistico, con l'idea di stadio del calcio. Stadio del calcio, come definisce lo stesso Romeo Neri, olimpico (cioè aperto a tutte le discipline sportive). Olimpici, vale la pena di ricordarlo, sono tanti stadi di serie A tra i più prestigiosi (Roma, Napoli, Verona e tanti altri) e non si capisce perchè noi, che nelle stagioni migliori possiamo pensare ad una dignitosa serie B, dovremmo sacrificare la poliedricità del nostro impianto o dovremmo pensare che una curva più o meno vicina al campo rispetto a quel che c'è a Roma o altrove, sia un problema capitale. I tifosi del Rimini, se la squadra cresce e vince hanno sempre riempito lo stadio, anche senza curva attaccata alla porta. E' bene ricordare anche che come siamo tifosi del Rimini, siamo anche  sostenitori degli atleti riminesi più o meno affermati, che usano la pista dando così risalto alla nostra città, come per esempio l'azzurra lanciatrice del peso Nicoletti, o il campione di livello nazionale sulla distanza dei 1.000 metri Sammaritani e tanti altri che ci onorano della nostra riminesità quando gareggiano anche fuori dello stadio, come i nostri della Rimini Marathon che come già in tante altre classiche su strada del Golden Club si prodigano a realizzare eventi che richiamano sulla nostra Rimini migliaia di atleti e turisti.



Il nostro Rimini sta andando bene e speriamo che passi in Lega Pro. Ricordiamoci però che oltre al bando che si sta per chiudere per la realizzazione della pista d'atletica, che l'amministrazione comunale sta tenendo un rapporto franco e diretto anche con la dirigenza del Rimini, proprio per valutare gli interventi di miglioria possibili alle tribune, e questo consapevoli del fatto che le due opere non sono incompatibili.



Giulio Gherardo Starnini

(presidente provinciale ENDAS Rimini)


< Articolo precedente Articolo successivo >