Mercoledì 05 Ottobre05:55:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ok ai lavori di Acqua Arena, nuovo polo dello sport riminese pronto nel 2017

Attualità Rimini | 12:17 - 02 Gennaio 2015 Ok ai lavori di Acqua Arena, nuovo polo dello sport riminese pronto nel 2017

Prosegue l’iter che condurrà ad Acqua Arena, il nuovo polo dello sport dedicato all’acqua che sorgerà in via della Fiera. E’ stato infatti approvato il progetto preliminare per la realizzazione del nuovo centro polifunzionale dedicato alla pratica sportiva, al benessere e al tempo libero che permetterà alla città di Rimini di dotarsi di una piscina comunale adatta a soddisfare le esigenze della città. Una struttura di 3.500 metri quadrati che si inserisce in un’area centrale di Rimini, collegata dall’Anello Verde, e che sarà ulteriormente valorizzata, attraverso l’ampliamento del parco e dell’area verde che la circonda. 

Acqua Arena comprenderà una zona dedicata alle piscine e altri spazi dedicati ad attività collaterali tra cui potranno essere previste aree fitness e benessere. Tre le vasche destinate all’attività natatoria: quella principale, ad uso del pubblico, delle scuole di nuoto e delle squadre agonistiche ed amatoriali lunga 25 metri e con dieci corsie, raddoppiando di fatto lo spazio acqua rispetto alla capacità dell’attuale piscina comunale di Rimini; una vasca acqua-fitness e infine una vasca per l’avviamento al nuoto dei bambini. 

L’appalto integrato per la progettazione, la realizzazione e la gestione del centro avverrà attraverso un bando. Le offerte dovranno contenere della proposte progettuali che apportino delle migliorie al progetto approvato dall’Amministrazione Comunale in termini di qualità delle opere, sostenibilità del piano economico e finanziario e modalità di gestione, che dovrà sempre tenere conto dell’interesse pubblico dell’opera.

“Proprio qualche giorno fa abbiamo avuto un nuovo incontro con le associazioni natatorie riminesi – spiega l’assessore al Bilancio e allo Sport Gian Luca Brasini – durante il quale abbiamo confermato il modello di gestione che avevamo condiviso all’atto della presentazione del progetto. Uno dei punti fermi della gestione deve essere la garanzia per le società sportive che attualmente si servono della piscina comunale di proseguire anche nella nuova struttura, con lo stesso numero di ore e agli stessi orari che attualmente le società sportive hanno a disposizione per l’attività agonistico-sportiva. Sarà applicata una tariffa convenzionata con il Comune di Rimini allineata a quella degli altri impianti del territorio”. Saranno garantite anche le ore corsia nella fascia mattutina agli istituti scolastici completamente gratuite. 

Il costo totale dell'opera è di 8,2 milioni, finanziata per 5 milioni di euro dal Comune di Rimini. La quota restante sarà a carico del gestore della struttura, che ne rientrerà con l’avviamento dell’attività.

< Articolo precedente Articolo successivo >