Domenica 29 Novembre08:43:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Aeroporto Rimini, Gnassi fiducioso: 'grande correttezza di Enac, ora apertura a gennaio'

Attualità Rimini | 15:10 - 13 Novembre 2014 Aeroporto Rimini, Gnassi fiducioso: 'grande correttezza di Enac, ora apertura a gennaio'

Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi esprime in una nota il suo plauso per l'aggiudicazione definitiva ad AirRiminum 2014 della gestione dell'Aeroporto Fellini. Il primo cittadino richiama le sue parole rivolte ad Enac relative al "fare presto, fare bene", nell'adempiere alle formalità prescritte dalla legge. "Grande correttezza di Enac nel mantenere questo impegno", rileva il sindaco. Ora l'obiettivo diventa garantire la riapertura effettiva del Fellini tra fine dicembre e inizio gennaio, come annunciato in precedenza dal Prefetto Claudio Palomba.

La nota del sindaco di Rimini Andrea Gnassi

“La notizia dell’aggiudicazione definitiva della gestione dell’aeroporto di Rimini segna, senza alcun dubbio, un punto di svolta e di chiarezza, a favore degli interessi della città, del territorio, dei lavoratori dello scalo, che sono rappresentati sinteticamente nella riapertura dello scalo. La correttezza di ENAC nel mantenere l’impegno al ‘fare presto, fare bene’ va sottolineata due volte, perché non scontata nel variegato (e non sempre puntuale) mondo della pubblica amministrazione italiana. E oggi questa è garanzia per la piena ripresa della continuità operativa di un’infrastruttura strategica per l’area riminese. E una garanzia, primariamente per i lavoratori del ‘Fellini’.

Aggiudicazione provvisoria, sottoscrizione del capitale sociale e, ora, l’assegnazione definitiva al nuovo concessionario, sono i tre step che ci avvicinano finalmente alla ripresa della fase gestionale, dopo la traumatica interruzione del 31 ottobre.

L’auspicio è dunque quello che i prossimi passaggi formali siano altrettanto solleciti, per rispettare l’altra tempistica data e cioè un Fellini operante in tutte le sue funzioni e con tutti i suoi lavoratori tra la fine di dicembre e l’inizio di gennaio. Nostro unico, vero obiettivo. Un obiettivo, scaturito dal tavolo istituzionale, coordinato dalla Prefettura di Rimini, che credo e spero a questo punto possa essere condiviso da tutti, ma proprio tutti, senza retropensieri. A tal proposito, è importante che il concessionario tenga a sua volta fede all’impegno a presentarsi al tavolo istituzionale per illustrare il progetto di sviluppo industriale con il quale si è aggiudicato il bando ad evidenza pubblica.”