Sabato 28 Novembre00:30:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo, ecco i tagli: un solo dirigente nell'assetto organizzativo del Comune

Attualità Santarcangelo di Romagna | 13:46 - 29 Ottobre 2014 Santarcangelo, ecco i tagli: un solo dirigente nell'assetto organizzativo del Comune

In seguito agli annunciati prepensionamenti volontari di alcuni dipendenti che hanno maturato i requisiti anagrafici e contributivi, dall’inizio di novembre la struttura comunale di Santarcangelo assumerà un nuovo assetto organizzativo. Al 31 ottobre cesseranno infatti i rapporti lavorativi di quattro dipendenti, di cui due con responsabilità dirigenziali. Sulla base delle indicazioni impartite dalla Giunta comunale, la nuova organizzazione prevede un unico dirigente che assumerà le funzioni di coordinamento, mentre alle posizioni intermedie verranno affidate maggiori responsabilità.

E proprio per quanto riguarda le posizioni organizzative, il nuovo assetto ne prevede due di nuova istituzione per i Servizi Pianificazione territoriale e Lavori Pubblici con una razionalizzazione e ottimizzazione delle risorse dal momento che alcune posizioni organizzative prenderanno in carico ulteriori servizi. Questo vale sia per i Servizi Patrimonio e Lavori Pubblici che verranno accorpati, come per l’Ufficio di supporto agli organi di direzione politica che dal settore Amministrativo, passerà ai Servizi al Cittadino/Comunicazione. 

Il nuovo assetto organizzativo si attuerà in due fasi fra il mese di novembre e l’inizio del 2015, periodo durante il quale si renderanno inoltre vacanti alcuni posti sia per collocamenti in aspettativa (due dei quali presso l’Ufficio relazioni con il pubblico) sia per pensionamenti “naturali” rispetto ai quali l’Amministrazione comunale si riserva la possibilità di coprirne, almeno parzialmente, alcuni.

“Con questa riorganizzazione – afferma il vice sindaco e assessore alle Risorse umane Emanuele Zangoli – intendiamo valorizzare ancora di più l’esperienza e la professionalità del nostro personale a partire dalle posizioni organizzative che assumeranno maggiori responsabilità. Il nuovo assetto sarà più snello e funzionale in una logica di organizzazione orizzontale coordinata dall’unico dirigente rimasto, e permetterà un consistente risparmio sui costi del personale”. “L’intero processo riorganizzativo – conclude il vice sindaco – sarà accompagnato da un adeguato percorso formativo che prevede il coinvolgimento di tutto il personale del Comune”.