Luned́ 30 Novembre02:39:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Militare decapitato da pala di elicottero: accusa chiede 1 anno di reclusione per pilota

Attualità Rimini | 15:26 - 18 Ottobre 2014 Militare decapitato da pala di elicottero: accusa chiede 1 anno di reclusione per pilota

Nuova udienza nei confronti di M.G. 47enne maggiore, pilota dell’elicottero AgustaWestland A129, che durante un'esercitazione, il 16 dicembre del 2008, colpì e uccise con le pale Fabio Di Giovanni, 22 anni, caporalmaggiore originario della provincia di Chieti. Il giovane era addetto alle comunicazioni presso il 7° reggimento Vega di Rimini. Al termine della requisitoria il pm Davide Ercolani ha chiesto che il maggiore ai comandi dell'elicottero, venga condannato a 1 anno di reclusione per omicidio colposo. Secondo l'accusa, basata su consulenze tecniche, l'incidente aereo sarebbe da ricondurre ad una manovra anticipata del pilota di appena tre decimi di secondo. I difensori hanno chiesto l’assoluzione del proprio assistito: secondo loro il disastro non fu dovuto a imperizia da parte sua, ma da concause esterne tra le quali l’inadeguatezza del luogo scelto per l’esercitazione. Nonostante la sua esperienza anche in zone di guerra, il pilota dell'elicottero, sulla pista dell'aeroporto 'Vassura', durante una virata, urtò con le pale la jepp militare, per poi trafiggere il sottufficiale. Una disgrazia per la quale la famiglia non ha ancora ottenuto alcun risarcimento economico. Il verdetto del giudice è previsto per il 27 ottobre.