Venerdý 06 Agosto03:00:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pienone a Rimini per il ferragosto, il sindaco: 'Siamo i più forti'

Turismo Rimini | 12:28 - 16 Agosto 2014 Pienone a Rimini per il ferragosto, il sindaco: 'Siamo i più forti'

A ottobre saranno ufficiali i dati relativi alla stagione turistica, ma il sindaco di Rimini Andrea Gnassi è sicuro dei buoni risultati, nonostante i problemi climatici di giugno e luglio. Rimini "tiene botta" grazie agli eventi, poi registra un grande afflusso di turisti a Ferragosto. Con orgoglio il primo cittadino non esista ad affermare: "Siamo ancora una volta i più forti", facendo riferimento all'impegno della città per superare le difficoltà di un'estate bizzarra dal punto di vista meteo.



La nota del sindaco di Rimini




Indubbiamente è stato un Ferragosto felice, dal punto di vista del riscontro turistico. Un Ferragosto che, a detta anche degli organi d’informazione nazionali, ha premiato Rimini e la Riviera romagnola, nonostante nel resto del Paese il settore arranchi, causa una crisi economica che costringe un italiano su due a non fare vacanza. Per la cronaca, solo tre- quattro anni fa il clou dell’estate costringeva a stare a casa un italiano su tre. 

I dati sintetici forniti da Rimini Reservation relativi al Ferragosto 2014 e alle previsioni per i prossimi giorni sono chiarissimi: con molta fatica sono state esaurite le tantissime richieste di prenotazione per questo fine settimana, e in alcuni casi ciò è stato possibile sistemando i clienti nelle strutture ricettive dell’entroterra; anche in queste ore i centralini di Rimini Reservation sono presi d’assalto da richieste e si aspetta la disponibilità del last second per la loro sistemazione negli hotel. Le prospettive sono buone sia per la prossima settimana, tradizionalmente quella di transizione, che quella successiva in cui si svolgerà il Meeting.

Per il territorio riminese, il tutto esaurito del Ferragosto e di questo lungo week end ha una duplice valenza: da un lato la conferma dell’attrattività della nostra città e della nostra spiaggia, riconosciuta anche da stampa europea (tedesca in particolare) e motori di ricerca turistica internazionali; dall’altro come in un’estate probabilmente indimenticabile per tutta una serie di fattori (a partire da un luglio in cui sono stati più i giorni di pioggia che di sole),  abbiamo resistito e infine vinto per la capacità di mettere in campo servizi e decine di eventi, in netta controtendenza con quanto è avvenuto in altri territori concorrenti. Il ritorno degli italiani, la crescita dei tedeschi, la tenuta del mercato russo sono i plus di una stagione complessa ma che ci vede non solo vivi e vegeti ma addirittura, come oggi, a registrare un pienone che è di ottimo auspicio anche per il resto del mese e per quello successivo.

Questo Ferragosto è merito di chi, operatori in testa, crede e ha fiducia in Rimini. Che lavora di cervello e di braccia per superare i problemi e non si ferma. E che oggi ha tutto il diritto di essere soddisfatto. Cito il Silvano Cardellini di "Una botta d’orgoglio": " (a Rimini) tutti stanno lì a litigare, soprattutto a settembre, su tutto, immaginando ogni volta che Rimini sia in crisi, affacciata sul baratro, destinata al declino, avviata al tramonto. Se ne sentono pochi che, travolti da una botta di orgoglio, di sano municipalismo, dicano: siamo i più forti".

Ecco, consapevole di espormi a secchiate di critiche e analisi a dimostrazione del contrario (siamo sull’orlo del baratro…), oggi lo voglio dire: siamo ancora i più forti. Perché abbiamo lavorato, abbiamo seminato, abbiamo creato un clima positivo e innovativo. E adesso sotto,  ci sono altri 4 mesi e mezzo in questo 2014 da conquistare. Intanto, grazie davvero a tutti.
 
< Articolo precedente Articolo successivo >