Sabato 24 Luglio00:55:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Bimbi riminesi in visita al comando provinciale dei Carabinieri di Rimini

Attualità Rimini | 16:31 - 06 Agosto 2014 Bimbi riminesi in visita al comando provinciale dei Carabinieri di Rimini

Giovedì mattina  nell’ambito del progetto “Cultura della Legalità”, circa 70 bambini di  età compresa tra 4 e 10 anni, accompagnati dagli educatori del centro estivo della polisportiva “La Stella”, hanno fatto visita ai Carabinieri del Comando Provinciale di viale Carlo Alberto dalla Chiesa. Con molta allegria, obbedienti ai loro accompagnatori, alle ore 9:30 in punto hanno varcato il cancello della Caserma dove erano attesi dal Comandante Provinciale, Col. Luigi Grasso, dal Comandante della Compagnia, Cap. Ferruccio Nardacci, dal Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile, Ten. Domenico Montalto e dal Comandante di Stazione, Luogotenente Angelo Pangione. 

Dopo le presentazioni, i piccoli sono stati condotti nell’area espositiva dove hanno potuto vedere e “provare” i mezzi dell’Aliquota Radiomobile (la “gazzella” Alfa Romeo 159, le moto BMW 1100 di ultima generazione e l’auto elettrica di recente assegnazione, già da alcune settimane impegnata nei servizi di presidio all’interno delle zone a traffico limitato e aree verdi della città) con la possibilità di fare “prove di collegamento radio” con la Centrale  Operativa.

Successivamente, la comitiva è stata suddivisa in gruppi: alcuni ragazzi hanno provato l’ebbrezza della foto segnaletica ed uno di loro ha “lasciato” l’impronta del dito indice sui cartellini dattiloscopici di solito utilizzati per le persone fermate od arrestate. 

Di seguito gli studenti sono stati accompagnati in centrale operativa ove hanno continuato la visita: qui hanno assistito in diretta alle operazioni in corso, fra cui alcune chiamate al 112, anche in lingua straniera, apprendendo il funzionamento del Numero Unico Europeo d’Emergenza – NUE 112, vedendo in concreto come vengono gestite le richieste di soccorso: intanto, il Capo Centrale ha spiegato l’importanza delle Banche dati e come si effettua il controllo di persone, veicoli e documenti durante un servizio di controllo del territorio.

< Articolo precedente Articolo successivo >