Domenica 01 Agosto16:18:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, al concerto di Hardwell spuntano droga a fiumi, pusher e truffatori

Cronaca Rimini | 13:47 - 03 Agosto 2014 Rimini, al concerto di Hardwell spuntano droga a fiumi, pusher e truffatori

Intensa attività di controllo dei Carabinieri nella notte tra sabato e domenica. Trenta Militari, dieci in abito civile, hanno setacciato la zona della stazione e la Fiera, dove era in corso il concerto del noto dj olandese Hardwell. Tra i numerosi fan non sono mancate persone in luogo per attività illecite. Un 23enne di Bari, fermato con la fidanzata al parcheggio della Fiera, aveva allestito un mercatino dello spaccio con hashish, marijuana e ketamina. Al momento del controllo aveva già guadagnato 750 euro, soldi sequestrati dai Carabinieri. Un altro 23enne di Bari è finito in manette per lo stesso motivo. L'attenzione dei Militari è stata attirata dal concitato litigio con la fidanzata. Sottoposto ad accertamenti, è stato trovato in possesso di 400 grammi di ketamina, hashish e metanfetamina. Il giovane era sottoposto all'obbligo di firma nel paese di origine. Un altro giovane, un 32enne di Napoli, è stato invece denunciato per truffa: vendeva biglietti per il concerto già utilizzati. Il suo complice, addetto al recupero dei biglietti, è riuscito a dileguarsi. Tre ragazzi, due originari del maceratese e uno del bergamasco, sono stati pizzicati con modiche quantità di metanfetamina e cocaina. 

Nel corso degli accertamenti è stato operato un terzo arresto, a carico di un 55enne napoletano, residente a Rimini, che dovrà scontare pena residua in carcere di 2 anni e due mesi di reclusione. Due persone sono state denunciate per ricettazione: un 34enne di Cagliari, fermato in zona stazione, trovato in possesso di documenti rubati a due coniugi turisti; un 18enne magrebino, che nelle tasche aveva documenti rubati ad una giovane tedesca alloggiata a Gatteo. Quest'ultimo furto era stato compiuto verosimilmente su un autobus. Il ladro non si era accontentato dei documenti: con sè aveva anche le chiavi della stanza d'albergo della ragazza.

< Articolo precedente Articolo successivo >