Luned́ 26 Luglio04:19:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Operazione "Lanterne rosse", condannata maitresse cinese, i fatti nel '99

Cronaca Rimini | 20:16 - 24 Giugno 2014 Operazione "Lanterne rosse", condannata maitresse cinese, i fatti nel '99

Due anni e due mesi di condanna alla 46enne cinese accusata di gestire un giro di prostituzione all'interno di un pub di via Pascoli, il Drome. Il pm aveva chiesto 4 anni e 2 mesi ma la donna, difesa dall'avvocato Maurizio Ghinelli, ha potuto beneficiare dell'indulto.
I fatti risalgono a più di dieci anni fa: l'inchiesta è stataavviata nel 1999, condotta dalla polizia municipale. Dopo due  anni di indagini e appostamenti, gli agenti hanno appurato che all'interno del locale, oltre al normale servizio di bar, i clienti potevano nel caso usufruire di prestazioni extra offerte da ragazze cinesi spesso presenti in Italia irregolarmente.     
Nell'operazione denominata "Lanterne rosse" è emerso che i servizi delle giovani venivano pagati dai clienti dai 50 ai 150 euro; il 60% per degli incassi lo percepiva la maitresse mentre il 40% restava alle ragazze. Le accuse nei confronti della 46enne erano state formalizzate nel 2003. All'epoca era stata arrestata per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e occupazione delle proprie dipendenti senza permesso di soggiorno. Nell'inchiesta era finito anche il marito della maitresse ma era stato assolto per insufficienza di prove. Il locale era stato sequestrato.

< Articolo precedente Articolo successivo >