Mercoledý 28 Luglio03:01:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Turismo: incentivi per investimenti sul web, confronto enti locali e imprese

Turismo Rimini | 13:09 - 19 Giugno 2014 Turismo: incentivi per investimenti sul web, confronto enti locali e imprese

Continua serrato il confronto tra enti locali, associazioni, imprese e professionisti per approfondire il decreto Turismo. Venerdì pomeriggio appuntamento a Misano Adriatico, dove alle 16.30 nella sede dell'Associazione albergatori (sala Frisoni) interverrà il deputato riminese Emma Petitti, relatrice del Decreto legge per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo in X Commissione della Camera. Accanto a lei Iliana Baldelli, presidente Aia Misano, ed Emanuele Barogi, ingegnere.


"Il decreto è un provvedimento atteso e importante per per sostenere la competitività del turismo italiano e favorire la digitalizzazione del settore - sottolinea Petitti - Come X commissione Turismo della Camera stiamo portando avanti il lavoro che ci porterà agli emendamenti con cui intendiamo integrare e migliorare le parti che incidono in particolare su questo comparto, sulla ricettività e la necessaria riforma dell’Enit. Stiamo conducendo per questo un confronto con le associazioni di categoria, le Regioni e gli enti locali sia a Roma, sia sul territorio. Tra l'altro, con questo decreto torna in capo al ministero dei Beni culturali e turismo la delega allo stanziamento dei 500 milioni destinati dal "Destinazione Italia" ai Comuni e legati a progetti di valorizzazione turistica legati all'Expo 2015, elemento che ci consentirà di seguire in maniera ottimale questa opportunità insieme ai nostri enti locali".


Fra le principali novità in materia di turismo contenute nel decreto legge per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo:


- credito d’imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive. A decorrere dal periodo di imposta in corso e per i due anni successivi, alle strutture esistenti alla data del 1° gennaio 2012 è riconosciuto un credito di imposta del 30% delle spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione edilizia e di eliminazione delle barriere architettoniche, sino ad un massimale di 200.000 euro;


- credito d’imposta per la digitalizzazione degli esercizi ricettivi. Per i periodi di imposta 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019, agli esercizi ricettivi è riconosciuto un credito d’imposta del trenta per cento dei costi sostenuti per investimenti in strumenti digitali fino all’importo massimo complessivo di 12.500 euro. L’elenco delle attività incentivabili comprende una serie di spese, tra cui quelle per l’acquisto di impianti wi-fi, siti e portali web, programmi informatici per automatizzare il processo di prenotazione e vendita diretta online, servizi di comunicazione e marketing, spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione sui siti e piattaforme web specializzate;


- piano mobilità turistica. Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, d’intesa con il Mibact e sentita la Conferenza Stato-Regioni, adotta, entro sei mesi il piano straordinario della mobilità turistica, che favorisce la raggiungibilità e fruibilità del patrimonio storico e ambientale con particolare attenzione ai centri minori ed al sud Italia.

< Articolo precedente Articolo successivo >