Giovedì 05 Agosto03:08:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: anche l'estate 2014 sarà "Mare Sicuro" con l'attività della Capitaneria di Porto

Attualità Rimini | 11:12 - 14 Giugno 2014 Rimini: anche l'estate 2014 sarà "Mare Sicuro" con l'attività della Capitaneria di Porto

Anche quest'estate sarà "Mare Sicuro" con l’attività della Guardia Costiera di Rimini. L'operazione è stata illustrata venerdì mattina nella nuova Caserma O. Cavallari: è una campagna, annualmente predisposta su tutto il territorio nazionale, dal Comando Generale delle Capitanerie di Porto pianificata nell’ambito dei servizi istituzionali, volta a garantire il sicuro svolgimento delle attività di balneazione e di turismo nautico, la salvaguardia della vita umana in mare e la sicurezza della navigazione.

Il Comandante, Capitano di Fregata Domenico Santisi, ha illustrato le modalità di raggiungimento di tali obiettivi, proponendo l' intensificazione dell’attività di vigilanza e controllo, anche  per prevenire e reprimere gli illeciti e comportamenti non a norma in materia della tutela del territorio, pesca, diporto, traffico, ambiente e sicurezza della navigazione.
Tante le attività che anche per questa stagione balneare coinvolgeranno la Capitaneria di porto di Rimini,  dai controlli alle navi passeggeri, al rilascio ai diportisti del "bollino blu" (novità dello scorso anno riproposta anche per la stagione in corso, dal  Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Lupi) passando per il contrasto all’abusivismo.

Con l’occasione si è ricordata l’importanza del cosiddetto “Numero Blu” per il soccorso in mare (1530) che permette a chi si trova in pericolo e avvisti persone che ritiene in pericolo, di mettersi immediatamente in contatto telefonico, da qualsiasi parte d’Italia con la Capitaneria di Porto più vicina, presentandone inoltre le recenti novità tecnologiche già attivate presso la Guardia Costiera di Rimini.
Al termine dell’incontro, il Comandante Santisi ha sottolineato marcatamente il suo obiettivo per la fine della stagione estiva ovvero quello di garantire il più alto livello di sicurezza per gli utenti del mare e per tutte le attività ad esso connesse, pur mantenendo elevato il livello di controllo sia in spiaggia che in mare, dando assoluta importanza all’attività di prevenzione e sensibilizzazione.

< Articolo precedente Articolo successivo >