Mercoledý 07 Dicembre08:17:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Discarica di Santarcangelo: deserta la gara per la bonifica, la Regione revoca i fondi

Attualità Santarcangelo di Romagna | 11:11 - 25 Aprile 2014 Discarica di Santarcangelo: deserta la gara per la bonifica, la Regione revoca i fondi

La bonifica della discarica all'ex cartiera di Santarcangelo slitta ancora: i lavori, previsti da una delibera della Provincia di Rimini del giugno 2012, prevedevano mezzo milione di euro di fondi ad hoc di cui 250.000 messi a disposizione dalla Regione, che ha però revocato il finanziamento. Le tempistiche previste prevedevano la consegna dei lavori entro il 31 dicembre 2012 e la fine lavori entro il 31 dicembre 2013, ma alla data indicata per la scadenza della presentazione delle offerte non e' pervenuta nessuna proposta e quindi la gara e' stata dichiarata deserta. Dunque, "tenuto conto delle tempistiche regionali che presiedono alla gestione del finanziamento del piano di azione ambientale, la Regione Emilia-Romagna ha dovuto provvedere alla revoca del contributo assegnato alla Provincia di Rimini".
Così la giunta regionale risponde all'interrogazione inoltrata un mese fa dal Movimento 5 Stelle proprio sulla vicenda: "E' ufficiale: la discarica abusiva dell'ex-cartiera di Santarcangelo di Romagna resta dov'è, 31.000 tonnellate di rifiuti che coprono un'area lunga centinaia di metri e larga una cinquantina, con dei cumuli di plastica e alluminio alti fino a 4 metri, molti dei quali nascosti dalla vegetazione, rimangono lì, dove sono ormai da 30 anni", commentano in una nota i grillini, ricordando che in ballo c'è "un'area naturale molto grande, lungo il fiume Marecchia. I cittadini aspettano da anni una soluzione, e devono registrare l'ennesimo nulla di fatto. Ma qui oltre all''inadempienza - concludono - c'è un disinteresse ambientale imbarazzante".

< Articolo precedente Articolo successivo >