Domenica 03 Luglio14:59:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Africa: a Rimini si cerca aiuto per salvare il lago Ciad, a rischio di scomparsa

Attualità Rimini | 20:19 - 04 Aprile 2014 Africa: a Rimini si cerca aiuto per salvare il lago Ciad, a rischio di scomparsa

Capi di stato e esponenti di governo sono riuniti, fino a domani, a Bologna e a Rimini per una conferenza della commissione internazionale per la salvaguardia del lago Ciad, bacino lacustre situato nel cuore del Sahel, dalla cui vita dipendono decine di milioni di persone. L'iniziativa è organizzata da Romano Prodi e dalla sua fondazione per la collaborazione fra i popoli. Il lago Ciad, posto a cavallo fra Nigeria, Niger, Ciad e Camerun, era una delle maggiori riserve d'acqua dolce del mondo, svolgeva un'azione mitigatrice sul clima della regione e dava sostentamento alle persone che vivevano nell'area, sia con le risorse idriche, sia con agricoltura, pesca e pastorizia. Da anni, tuttavia, è in corso un processo di inaridimento: la portata del lago rappresenta oggi circa un decimo di quella che era cinquant'anni fa. Una situazione dovuta al cambiamento climatico, al non corretto sfruttamento del lago e dei suoi affluenti ed al consistente aumento di popolazione: il lago Ciad, oggi, è sottoposto ad un serio rischio di scomparsa. "Bisogna intervenire rapidamente - ha detto Prodi - perché il prosciugamento del lago sarebbe una catastrofe ecologica, economica e sociale anche perché la scarsità di risorse farebbe aumentare le tensioni sociali". I quattro paesi rivieraschi, supportati anche da Repubblica Centrafricana, Libia, Sudan, Egitto e Congo sono stati coinvolti in un grande progetto per la risoluzione del problema con imponenti opere idrauliche e piani progressivi che interesseranno agricoltura e zootecnica. I costi, ovviamente, sono molto elevati, stimati nel miliardo di dollari. Con la conferenza in Emilia-Romagna, sotto la regia di Prodi, i Paesi africani lanciano l'appello alla comunità internazionale perché si faccia carico del problema aiutando a scongiurare il prosciugamento del lago che avrebbe, fra le conseguenze umane, anche una massiccia migrazione da quella regione.

< Articolo precedente Articolo successivo >
{* Smart banner Desktop *} {* Mirror Sticky Desktop *} {* Desktop *}