Luned́ 01 Marzo10:51:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Circuito turistico per le terre di Piero della Francesca: il sindaco Gnassi ne parla a Roma

Turismo Rimini | 14:57 - 31 Marzo 2014 Circuito turistico per le terre di Piero della Francesca: il sindaco Gnassi ne parla a Roma

Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha partecipato questa mattina a Roma alla presentazione del Rapporto 2014 di Italiadecide, l’associazione presieduta da Luciano Violante e con Carlo Azeglio Ciampi quale presidente onorario. Tema del Rapporto 2014, illustrato alla presenza del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, è "Il Grand Tour del XXI secolo. L'Italia e i suoi Territori", dedicato alla connessione tra turismo, cultura e governo del territorio e alla necessità di incrementare la competitività del sistema Paese. 

Su questo tema, il presidente di Italiadecide Violante ha citato tra i pochi esempi virtuosi di collaborazione intratteritoriale il progetto dedicato alle “terre di Piero della Francesca” tra Romagna, Marche e Toscana, che l’amministrazione comunale di Rimini sta portando avanti come capofila. Il progetto infatti prevede la creazione di un circuito turistico che coinvolga i luoghi dove Piero della Francesca ha vissuto e operato artisticamente tra i due versanti dell’Appennino, da Rimini fino alla Valtiberina. 

“E’ la conferma che stiamo seguendo la direzione giusta – commenta il sindaco Andrea Gnassi – scommettendo sulla valorizzazione della cultura e del paesaggio. Dobbiamo rendere sempre più solido il legame tra costa ed entroterra, consapevoli del fatto che è la qualità dell’offerta turistica a fare la differenza nei confronti di viaggiatori sempre più esigenti. Noi ci presentiamo con un progetto organico, che parte da un ‘testimonial d’eccezione’, ultimamente riscoperto anche oltreoceano, quale Piero della Francesca, originario di Sansepolcro e che ha lasciato segni della sua espressione artistica anche a Rimini, nel Tempio Malatestiano. Mettere in relazione l’immenso patrimonio culturale che abbiamo la fortuna di avere, con la bellezza del nostro entroterra deve essere una delle basi su cui deve poggiare lo sviluppo turistico, non solo del nostro territorio, ma dell’intero Paese”. 

< Articolo precedente Articolo successivo >