Sabato 22 Febbraio23:18:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dalla Sicilia a Rimini, studenti a Italia in Miniatura per parlare di nano tecnologie

Scuola Rimini | 14:47 - 24 Marzo 2014 Dalla Sicilia a Rimini, studenti a Italia in Miniatura per parlare di nano tecnologie

Affrontando un lungo viaggio dalla Sicilia, lunedì 24 marzo 214 studenti dell’Istituto Superiore “Enrico Medi” di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) sono giunti a Rimini per partecipare alla Giornata delle Nanotecnologie organizzata da Italia in Miniatura, il Parco tematico di Rimini.



Duecentoquattordici ragazzi sono una piccola folla, che si è divisa fra conferenze-lampo, “nanofocus”, ovvero tavoli di approfondimento compartecipati da docenti e studenti, e laboratori: l’obiettivo dell’iniziativa è quello incuriosire anche i non addetti ai lavori e stimoli i ragazzi a considerare un possibile futuro nell’ambito della ricerca.



Fra i relatori Dott. Alberto Ravaioli, medico oncologo di Rimini che nell’intervento “Nanotecnologie in Medicina” ha illustrato le applicazioni nella lotta contro i tumori. Dall’ISTEC-CNR di Faenza, istituto di ricerca all’avanguardia si è parlato di rigenerazione dei tessuti con la Dott.ssa Monica Sandri, ricercatrice e responsabile dei progetti di ricerca e sviluppo di composti bio-ibridi nella medicina rigenerativa. Coinvolgenti attività di laboratorio, alla scoperta di affascinanti applicazioni nel campo delle nanotecnologie sono state condotte dal Dott. Michele Pilu, Fisico, Responsabile del Dipartimento Didattico di Italia in Miniatura ha coinvolto gli studenti nel laboratorio “Da e dalla Dott.ssa Irene Bianchi biologa e divulgatrice, volontaria dell’Istituto Oncologico Romagnolo in rappresentanza di  “Oltre la Ricerca” associazione che collabora con il reparto di Chirurgia Generale dell’Ospedale Infermi di Rimini, nel progetto denominato “La diagnosi precoce di tumore pancreatico in popolazioni selezionate ad alto rischio”.



La giornata del 24 marzo ha un precedente illustre: lo scorso 26 ottobre Italia in Miniatura ha infatti ospitato la Mega Festa delle Nanotecnologie da un’idea di Dr. Michele Pilu e della Dr.ssa Irene Bianchi, , alla quale hanno collaborato rappresentanti dei maggiori istituti di ricerca italiani, prima fra tutti l’Accademia di Gagliato delle Nanoscienze. “Dato il successo dell’iniziativa, la richiesta di partecipazione e l’attualità dell’argomento” annuncia Lisa Rambaldi, responsabile marketing del Parco “Stiamo valutando la possibilità di fare diventare la Giornata sulle NanoTecnologie un appuntamento annuale a Italia in Miniatura”



Il Parco, recentemente passato alla gestione di Costa Parchi, branca di Costa Edutainment, è leader italiano fra i parchi tematici nel turismo scolastico. Ogni anno oltre 50.000 studenti visitano il parco e almeno 15.000 partecipano ai percorsi didattici che spaziano fra nanotecnologie, fisica, biologia, spazio e telecomunicazioni, educazione alimentare, storia e architettura italiana, arte e scienza educazione teatrale, educazione ai diritti, educazione stradale, ambiente e biodiversità.