Sabato 14 Dicembre11:05:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Bullismo, in Provincia di Rimini aperti 30 fascicoli penali. I social network amplificano il fenomeno

ASCOLTA L'AUDIO
Sociale Rimini | 17:31 - 12 Febbraio 2014 Bullismo, in Provincia di Rimini aperti 30 fascicoli penali. I social network amplificano il fenomeno

I fascicoli penali aperti in Provincia di Rimini per casi di bullismo sono superiori a 30. Una cifra che fa riflettere, ma che nasconde anche il "sommerso". Tanti giovanissimi vivono l'incubo del bullismo, ma non trovano il coraggio di denunciare; altri sono testimoni, ma per paura appoggiano il bullo senza aiutare l'amico in difficoltà. Il disagio di chi è vittima del bullo finisce poi per scoppiare in modo ecclatante. L'abbandono della scuola e della città, come avvenuto per il 15enne che veniva dileggiato con l'appellativo di "sorcio"; ma anche con estremi gesti come il suicidio. "Il bullismo è sempre esistito, ai tempi del Militare c'era anche il nonnismo" è una riflessione comune a molti, ma ai tempi dei Social Network il fenomeno assume forme più gravi. Punizioni esemplari, ma educative, per i bulli; continue attività di sensibilizzazione, con la partecipazione degli Istituti Scolastici; un rafforzamento del ruolo educativo della famiglia e degli Insegnanti. Sono alcuni degli strumenti a disposizione per contrastare il bullismo; lo scopo isolare il bullo, far sì che si senta il vero anello debole. Ne abbiamo discusso con l'Assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Rimini, Mario Galasso.

Intervista di Riccardo Giannini. 


ASCOLTA L'AUDIO