Luned́ 08 Marzo20:20:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Al Pennabilli Django Festival il maestro della musica Gypsy Jazz, Angelo Debarre

Spettacoli Pennabilli | 09:09 - 29 Dicembre 2013 Al Pennabilli Django Festival il maestro della musica Gypsy Jazz, Angelo Debarre

Pennabilli continua a muoversi a ritmo di gipsy jazz, prosegue la seconda edizione del “Pennabilli Django Festival, l’evento dedicato al genio della chitarra  Django Reinhardt, e allo strabiliante genere musicale che con lui è nato: il jazz manouche, una musica originale e dinamica, intreccio perfetto tra lo swing americano, la mousette francese e la tradizione gipsy.
La giornata si apre con  un altro imperdibile appuntamento per i chitarristi, il secondo dei tre seminari che si tengono in questi giorni nelle ore pomeridiane. Nella splendida cornice del Teatro Vittoria dalle ore 15.00 fino alle 19:00, avrà luogo un un workshop tenuto dal maestro Antoine Boyer, che ieri sera ha incantato il pubblico con un meraviglioso concerto.
Gli appassionati che si volessero iscrivere possono contattare l’organizzazione, Associazione Culturale Ultimo Punto all’indirizzo info@artisitiinpiazza.com o telefonando al numero +39 0541 928003.

Si prosegue presso l’ Hot Club Al Bel Fico, dove alle 18:30 si esibiranno Les Manouches Bohémiens: Federico Zaltron (violino), Nicolò Apolloni (chitarra), Marco Penzo (contrabbasso). Il gruppo nasce suonando in strada a Vicenza dall’incontro di musicisti provenienti da varie esperienze musicali. Unito dalla passione per il jazz manouche il Trio ha grande successo fin da subito e nel tempo si arricchisce grazie a collaborazioni e incontri con importanti musicisti come Angelo Debarre, Yorgui Loeffer, Billy Weiss, etc…

Alle 21:15 il Teatro Vittoria ospiterà un maestro della musica Gypsy Jazz: Angelo Debarre. Nato a St- Denis, Francia, inizia a suonare la chitarra all’età di 8 anni.
Nella comunità manouche, in cui la tradizione si trasmette oralmente in feste famigliari e incontri, la musica occupa sempre un posto di rilievo e Angelo Debarre diventa rapidamente uno dei suoi maestri. Con lui la musica di Django Reinhardt non perde mai il dinamismo e la ricchezza del passato. Con facilità impara a suonare anche la musica gitana dell’Europa orientale grazie agli incontri con Serge Camps a La Roue Fleurie, il luogo di incontro preferito degli zingari a Parigi, dove suona regolarmente tra il 1985 e il 1987. Durante quel periodo altro frequentatore regolare del ritrovo era Jon Larsen II°, che rimase affascinato dalla loro musica e decise di portare Angelo Debarre, Serge Camps e Frank Anastasio in studio di registrazione dove hanno prodotto “Gypsy Guitars”, disco che dimostra il dinamismo dei musicisti e l’incredibile varietà del repertorio gipsy. Ad oggi è ancora un album essenziale per ogni appassionato della musica gitana e jazz manouche. Debarre ha recentemente inciso “Caprice”, il suo primo album da band leader, che riunisce alcuni dei migliori musicisti d’Europa e ci permette di apprezzare il suo talento come compositore e di ascoltare il Gipsy jazz come non si era mai sentito prima. Questa sera il Maestro si esibirà in trio: Angelo Debarre (Chitarra),  Raangy Debarre ( Chitarra), Antonio ricusati (contrabbasso)
La serata si concluderà presso l’Hot Club Ostello, dove alle ore 23:30 si terrà il secondo set della compagnia Les Manouches Bohémiens, poi il viaggio sulle note del jazz manouche proseguirà con un’ imperdibile Jam Session.

< Articolo precedente Articolo successivo >