Luned́ 01 Giugno18:21:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini. Hera nelle scuole: gli studenti riminesi preferiscono "l’ambiente"

Scuola Rimini | 11:36 - 17 Dicembre 2013 Rimini. Hera nelle scuole: gli studenti riminesi preferiscono "l’ambiente"

Anche quest’anno gli studenti “sostenibili” della provincia di Rimini troveranno sotto l’albero tante iniziative di educazione ambientale da condividere con i propri compagni di classe e i docenti. Partiranno infatti proprio nei prossimi giorni le attività del Gruppo Hera nelle scuole, previste nell’ambito del progetto “La grande macchina del mondo”. Il progetto, interamente gratuito e rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, prevede 33 percorsi didattici per bambini dai 4 anni in su che studieranno in classe l’acqua, l’energia e il riciclo dei rifiuti attraverso esperimenti, spettacoli e giochi. “La grande macchina del mondo”, giunta quest’anno alla quarta edizione, comprende ben 825 ore di progetti didattici e coinvolgerà in questa prima fase 220 classi della provincia, dalle scuole dell’infanzia alle medie, per un totale di circa 5.000 studenti. Per aderire al progetto, gli insegnanti interessati hanno prenotato entro il 31 ottobre sul sito di Hera (www.gruppohera.it/scuole) i percorsi più adatti alle proprie classi, scegliendo tra i 33 proposti su ambiente, ciclo idrico ed energia. Nella classifica delle preferenze, svettano i moduli dedicati al tema dell’ambiente, con oltre il 49% delle richieste: si studierà in 108 classi su 220. Gli studenti che lo approfondiranno avranno a che fare, tra le altre attività, anche con i nuovi laboratori dedicati alla carta (‘Carta da favola’ e ’Non incartiamoci’) e con quello sulla riduzione degli imballaggi (‘Meno peso alla mia spesa’): piccoli strumenti di divulgazione che, in chiave ludica, racconteranno agli alunni come rispettare l’ambiente e spiegheranno quanto i corretti comportamenti quotidiani possono salvaguardare il nostro Pianeta.Al secondo posto delle ore di formazione più richieste ci sono invece i percorsi sull’acqua: 254 ore per laboratori su risparmio e tutela dell’’oro blu’. Infine, 169 le ore che saranno dedicate all’energia, con tante attività sulle fonti rinnovabili e il risparmio energetico.Visto il successo e il riscontro positivo ottenuti, Hera ha confermato anche per l’anno scolastico in corso le ore di formazione complessivamente messe a disposizione, 825 in totale. La metodologia adottata per invitare i ragazzi a riflettere sulle risorse è differenziata in base alle fasce di età, per coinvolgere direttamente gli studenti, rendendoli protagonisti attivi di ogni intervento in classe. I più piccoli potranno avvicinarsi ai temi dell’acqua, dell’energia e dell’ambiente attraverso attività sensoriali, giochi e lezioni animate capaci di muovere l’intuizione e la fantasia, mentre i più grandi avranno l’occasione per mettere alla prova la propria creatività grazie ai laboratori didattici, alle visite agli impianti dedicati alla gestione rifiuti, al ciclo dell’acqua e alla produzione di energia, ai momenti di confronto e di brainstorming. A marzo 2014 si svolgerà inoltre la settima edizione del progetto ‘Un pozzo di scienza’, che si rivolge ai docenti e agli studenti delle scuole superiori attraverso incontri scientifici, mostre e dibattiti per la diffusione della cultura scientifica. In un’ottica di massima condivisione, sostegno e diffusione di una cultura della sostenibilità, il Gruppo Hera ha dedicato al tema delle scuole e dell’educazione ambientale una specifica sezione del sito istituzionale, uno spazio web che solo lo scorso anno ha registrato oltre 77.000 pagine viste. All’indirizzo www.gruppohera.it/scuole, infatti, il personale docente può non solo iscriversi ai progetti, ma anche reperire materiale informativo a supporto delle iniziative didattiche che si intendono comunque svolgere con la propria classe nell’anno in corso. Il progetto lo scorso anno ha coinvolto complessivamente in tutto il territorio del Gruppo Hera 57.000  studenti, 2.500 classi, per 7.000 ore di formazione.
Sul territorio di Rimini sono stati oltre 6.500 gli studenti coinvolti, 300 classi insieme a 450 insegnanti.