Domenica 28 Febbraio13:46:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Caparre per abitazioni 'fantasma': perquisito studio commercialistico di Rimini

Attualità Rimini | 15:27 - 15 Dicembre 2013 Caparre per abitazioni 'fantasma': perquisito studio commercialistico di Rimini

I risparmiatori, dopo avere già dato la caparra, non riuscivano ad entrare in possesso della casa. Perchè nel frattempo il responsabile dell'azienda a cui si erano rivolti, attraverso movimentazioni finanziarie, riusciva a incamerare i soldi su altre societè del gruppo per poi dirottarli su suoi conti personali. E' l'ipotesi investigativa che ha portato al fermo di un imprenditore di Faenza (Ravenna) per bancarotta fraudolenta. L'uomo - amministratore di diritto e di fatto di 17 società del settore immobiliare - è stato bloccato dalla Guardia di Finanza (nucleo di Polizia Tributaria) al ritorno da un viaggio all'estero su disposizione del Pm Lucrezia Ciriello. Sono state contestualmente eseguite 23 perquisizioni in 14 società di Faenza, tre di Forlì e in uno studio commerciale di Rimini. Le Fiamme Gialle hanno anche visitato cinque abitazioni tra Faenza e Rimini. L'operazione ha impegnato venti militari della Tributaria, sei della Tenenza di Faenza e una pattuglia di Baschi Verdi di Ravenna. L'inchiesta era scaturita dall'analisi dei bilanci dopo il fallimento di tre società. Sono in corso verifiche per individuare la destinazione e l'uso dei fondi sottratti ai bilanci delle varie società.

< Articolo precedente Articolo successivo >